SpazioTeatro è “Scavalcamontagne”

Schermata 2014-05-08 a 11.41.03Per abbattere le distanze culturali ed i pregiudizi che vedono i paesi provinciali come luoghi lontani dalle città ritorna “Scavalcamontagne 2014- Circuito teatrale della Provincia di Reggio Calabria” organizzata dall’associazione culturale SpazioTeatro e dall’assessorato ai beni culturali e difesa della legalità della Provincia di Reggio Calabria, presentato ieri mattina a palazzo Foti nella città dello Stretto.

«E’ la seconda edizione – chiarisce Gaetano Tramontana, direttore artistico di SpazioTeatro – di un progetto che si propone di riunificare auditorium e posti utili per le rappresentazioni al chiuso nei comuni della provincia. Fare in modo che le persone possano conoscere, oltre al teatro amatoriale, anche il teatro professionale. Per questo abbiamo ampliato l’offerta degli spettacoli: “Spingi e respira”, con Lorenzo Praticò che il 25 maggio lo riproporrà a Milano, un appuntamento per le scuole “Streghe contro Fate” di Valentina De Grazia e “La vera storia del pifferaio di Hamelin”, spettacolo che va bene dai 9 ai 90 anni. Il nome “Scavalcamontagne” deriva dal gergo teatrale, in voga tra 800 e 900, che indicava le compagnie teatrali che, con mezzi propri, raggiungevano i luoghi più impervi per rappresentare i propri lavori. Dunque dopo due anni dalla prima edizione il “pulmino” di SpazioTeatro, dal 14 maggio, si rimetterà in viaggio sulle strade della provincia reggina, toccando questa volta i comuni di S.Roberto, Palmi, Seminara, Calanna eSinopoli, presentando una selezione di 3 suoi spettacoli per un totale di 7 repliche». Il progetto attuale si caratterizza per la volontà di portare alla ribalta luoghi sconosciuti che tornano all’attenzione grazie proprio agli allestimenti teatrali. Come succederà alla chiesa di San Giovanni di Dio, a Sinopoli per il gran finale del 15 giugno. «Un complesso fondato nel 1740 – afferma il sindacodi Sinopoli Luigi Chiappalone – che per tanto tempo è stata lasciata all’abbandono, usata come stalla per maiali e galline, o deposito di materiali». Ci pensa l’assessore provinciale alla cultura Eduardo Lamberti Castronuovo a dare l’importante annuncio di un «Teatro tenda acquistato dalla Provincia di Reggio Calabria con 400 posti, climatizzato, a disposizione di 97 comuni calabresi». L’allestimento del teatro tenda sarà affidato ad una cooperativa di giovani, dunque occupazione e rimborso per le spese sostenute per portare la cultura nel territorio. Il sindaco di San Roberto, Roberto Vizzari ribadisce «la necessità di un confronto tra la nostra realtà teatrale e quella delle altre città». Giuseppe D’Agostino, vice sindaco di Calanna fa presenti le difficoltà di collegamento che incontra il suo comune per i problemi legati da tre anni alla strada principale. Il vicepresidente della commissione cultura alla Provincia, Piepaolo Zavettieri ribadisce la necessità di «inventare quello che serve, ogni giorno, per scalare le montagne della burocrazia». Infine, l’assessore Lamberti concentra l’attenzione su Ecolandia, «uno spazio che, anche in occasione di Expo 2015 a Milano, grazie ad appositi collegamenti con voli Charter, potrebbe essere un raccordo culturale con gli interessi europei».

Gabriella Lax

Un pensiero su “SpazioTeatro è “Scavalcamontagne”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...