L’affondo di Speranza sulla primarie: “Non siamo in un sistema democratico”

Dal palco di Sel del lungomare Falcomatà, bagnato sabato sera dalla pioggia sono state trasmesse due indicazioni e conferme politiche molto chiare. In primis è stata ulteriormente ribadita l’alleanza tra vendoliani e Pd nella coalizione di centrosinistra per la corsa verso palazzo San Giorgio del prossimo 26 ottobre.

Successivamente i rappresentanti di Sel, con in testa il segretario regionale Mario Melfi, hanno respinto in maniera netta ogni ipotesi di governo allargato alla guida della città. Indirizzo esplicitato sulla base di quanto espresso dall’arcivescovo della Diocesi Reggio-Bova Giuseppe Fiorini Morosini che, in una nota stampa rivolta ai candidati cattolici, ha auspicato la creazione di «un governo di salute pubblica e di collaborazione tra tutte le forze politiche, amministrative, sociali ed economiche» per il bene di Reggio. Una frase, questa, che ha fatto scattare dalla sedia soprattutto il massimo dirigente della segreteria del partito Melfi e il capogruppo al Consiglio provinciale Gianni Nucera, i quali dietro questa osservazione hanno intravisto lo scenario dell’inciucio. «Sia noi che l’intera coalizione di centrosinistra non condividiamo questa considerazione di Morosini», ha infatti affermato perentoriamente Melfi, così come Nucera: «In questo messaggio sentiamo odore di larghe intese con il centrodestra che ha distrutto questa città». Sulla stessa lunghezza d’onda ma anche molto più equilibrato nel giudizio il sindaco di Lamezia e candidato alla presidenza della Regione Calabria Giannetto Speranza: «Un arcivescovo cerca sempre di unire la propria comunità e la sua riflessione va interpretata in quest’ottica. Quindi, perché ci sorprendiamo? Evitare le divisioni politiche – ha poi osservato – non significa certo che dobbiamo governare tutti insieme per risolvere i problemi della città. In Calabria, anzi, non si devono fare larghe intese e, per il bene comune, deve finire la logica del partito unico smarcandosi da intese». Lo stesso Speranza, trasferendosi in campo regionale, ha poi evidenziato come quelle di Reggio siano «vere elezioni» e come, dal punto di vista politico, in riva allo Stretto si sia già molto avanti rispetto al quadro calabrese in quanto «non sappiamo ancora quando ci sarà la tornata elettorale e non c’è il candidato di centrosinistra». Ha poi aggiunto: ««In un sistema democratico reale oggi non solo avremmo già condotto i cittadini alle primarie, ma avremmo sicuramente già votato». Nella seconda giornata della convention di Sel che non ha visto la partecipazione attesa del segretario regionale del Pd Ernesto Magorno impegnato a Bologna, il dibattito si è incanalato soprattutto su due settori-cardine: la gestione fondi comunitari, lavoro e trasporti. Temi sempre caldissimi, stimolati dai giornalisti presenti sul palco che hanno cercato di incalzare la politica. Sull’incapacità di utilizzo delle risorse economiche offerte dall’Europa con il rischio di rimandare indietro oltre un miliardo di euro, il sindaco di Lamezia ha sottolineato la necessità di saper spendere bene e con risultato sociale e umano i fondi comunitari prendendo ad esempio quanto fatto dalla Regione Puglia, «che ha speso i soldi non per opere pubbliche inutili ma per i giovani, l’impresa e la cultura». Su questo tema, Melfi ha attaccato il governo regionale: «Restituire all’Ue una somma ingente è un affronto così come il fatto che l’assessore Mancini abbia rigettato questa situazione sul suo staff. Siamo al paradosso. Per la gestione di questi fondi vanno rivisitate le linee-guida apprendendo da chi ha fatto un percorso virtuoso e bisogna utilizzati per offrire serie opportunità lavorative ai nostri giovani». Sul versante dei trasporti, il segretario regionale di Sel si è anche scagliato contro il governo centrale denunciando mancati investimenti sulla 106 e l’A3, ricordando la promessa di Mancini: «Ha detto che in Calabria arriveranno 660 milioni di euro per i trasporti».

Alessandro Crupi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...