“Nominificio”, l’ultimo imbarazzante dietrofront della Stasi

La presidente facente funzioni della Regione Antonella Stasi ha bloccato tutte le nomine e gli incarichi le cui procedure sono state avviate in questa fase di campagna elettorale. Lo annuncia la stessa Stasi, che ieri aveva incontrato il candidato governatore del centrosinistra Mario Oliverio, pronto a denunciare il cattivo “andazzo” alla magistratura ordinaria e contabile. «La Giunta regionale nel prendere atto che, allo stato, risultano avviate numerose procedure per il conferimento, previo avviso pubblico, mediante deliberazione della Giunta regionale, di incarichi dirigenziali di settore e di servizio, nonché di mobilità esterna presso i Dipartimenti regionali, ritiene – ha affermato la Stasi – che sia opportuno, in ragione dell’imminente consultazione elettorale del 23 novembre e, quindi, della fine della legislatura, non darvi seguito. Pertanto, invita tutti i dipartimenti regionali e società in house ad attenersi a quanto disposto». Si prende atto dello stop della Stasi, che nei giorni scorsi aveva dato l’impressione di “cadere dalle nuvole” davanti all’esplodere di numerosi casi di nomine, bandi e avvisi relativi al personale chiaramente illegittimi in una fase di “prorogatio” dell’esecutivo: difficile credere che la presidente facente funzioni non ne sapesse nulla, in ogni caso, comunque la si mette, buona o mala fede poco importa. Perché resta scandalosa la fine di questa scandalosa legislatura regionale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...