Regionali, ecco come si vota domani in Calabria

Si vota domenica 23 novembre dalle ore 7 alle ore 23 in Calabria per l’elezione del Governatore e dei 30 consiglieri regionali. Il presidente della Regione è eletto direttamente con il sistema maggioritario: vince chi ha più voti e non ci sono ballottaggi.

L’elettore può votare per un candidato presidente e per una lista: il voto per la lista va automaticamente al candidato presidente collegato; il voto al presidente invece non si trasferisce a nessuna lista. L’elettore può esprimere un voto di preferenza per un candidato della lista scelta, scrivendo il cognome del candidato scelto. Non è ammesso il voto per una lista e il voto a un candidato presidente sostenuto da lista diversa (il cosiddetto “voto disgiunto”).
Sistema elettorale: Il territorio regionale è diviso in tre circoscrizioni, così ripartite: nord corrisponde alla provincia di Cosenza; centro alle province di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia; sud alla provincia di Reggio Calabria. Le liste che hanno ottenuto meno del quattro per cento dei voti sul totale regionale non ottengono alcun seggio (“sbarramento”). I trenta seggi del Consiglio regionale (oltre a quello del presidente eletto) sono assegnati con un sistema misto, in gran parte proporzionale. Ventiquattro seggi sono attribuiti proporzionalmente, sulla base di liste presentate nelle tre circoscrizioni secondo il principio “tanti voti, tanti seggi”. Le liste devono essere collegate a un candidato presidente. Per assegnare i restanti sei seggi, il sistema prevede due possibilità: a) Se le liste circoscrizionali collegate al candidato presidente vincente hanno ottenuto già il 50 per cento dei seggi (almeno 15, escluso quello del presidente), alla nuova maggioranza sono attribuiti 3 seggi in più, per un totale di almeno 18 seggi. Gli altri tre seggi sono distribuiti proporzionalmente tra le liste di opposizione; b) Se le liste circoscrizionali collegate al candidato presidente vincente hanno ottenuto meno del 50% dei seggi (ovvero meno di 15 seggi), si attribuiscono questi sei seggi alla coalizione di maggioranza. Se però dopo questa operazione la coalizione non avesse almeno il 55% dei seggi (ovvero 17 seggi), gli vengono assegnati i seggi necessari per arrivare a questa soglia togliendoli alle liste non collegate al candidato presidente eletto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...