Al Tau l’hotel di Benvegnù: ogni stanza è poesia terrestre

Non s’accontenta di una città o di una nazione per far riposare la sua prosa musicale. Nemmeno un continente può bastare. A Paolo Benvegnù serve l’intero pianeta Terra per contenere la propria poetica. Si chiama “Earth hotel” il nuovo album del fondatore degli Scisma che ieri ha aperto le stanze del suo albergo agli spettatori del Teatro auditorium dell’Università della Calabria.
Non c’è il pubblico delle grandissime occasioni ma quello presente viene allietato da un divertito Benvegnù (perennemente con la chitarra scordata come gli fanno notare dalla prima fila), che gioca con le parole di chi lo definisce un’artista della tristezza lanciando qualche sagace battuta fra un brano e l’altro. E c’è lo spazio anche per Alarico citato prima di “Quando passa lei”, rispolverata per il decennale di “Piccoli fragilissimi film”. L’inizio del live di Benvegnù è tutto per i brani dell’ultimo album. Start alle 22 puntuali con “Nello spazio profondo” (GUARDA IL VIDEO), che apre il disco uscito lo scorso 17 ottobre e poi via veloci con “Una nuova innocenza”. Di “Earth hotel” convincono inoltre “Stefan Zweig”, “Hannah”, “Sempiterni sguardi e primati” e la bellissima “Orlando”. Ampio spazio anche per le liriche di “Hermann”. Nell’ora e mezza di concerto c’è posto per “Moses”, “Love is talking”, “Avanzate, ascoltate”, “Io ho visto” e “Andromeda Maria”. E poi ancora i brividi per “La schiena”, pelle d’oca per “Il mare verticale” e chiusura per “Cerchi nell’acqua”. Sul palco Benvegnù è circondato da tre ottimi musicisti: il batterista Andrea Franchi, Michele Pazzaglia al piano e una menzione speciale la merita l’energico bassista Luca Baldini. Gli applausi dalla platea del Tau scrosciano ad ogni brano, Benvegnù sorride così come il pubblico che osserva i suoi pazzi capelli bianchi. E poco importa se in scaletta, questa volta, mancano brani dei memorabili Scisma.

Francesco Cangemi

(foto pasqualino caparello)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...