Vaticano, la Calabria abbraccia Papa Francesco

Una grande emozione quella vissuta nella Sala Clementina nel Palazzo Apostolico in città del Vaticano dalla delegazione della Provincia di Catanzaro guidata dal presidente della Provincia Enzo Bruno.

Assieme al presidente della Regione Mario Oliverio, all’arcivescovo della diocesi di Catanzaro-Squillace, monsignor Vincenzo Bertolone, ai consiglieri provinciali, ad una nutrita rappresentanza che comprendeva anche parlamentari e consiglieri regionali, Bruno ha salutato il Santo Padre nell’udienza che ha preceduto la cerimonia di accensione dell’albero di Natale che si è tenuta qualche ora dopo. Quest’anno nel cuore di piazza San Pietro si doveva innalzare un abete bianco che arriva dal Passo dell’Abate nel Comune di Fabrizia, guidato dal sindaco Antonio Salvatore Minniti, donato dalla Provincia di Catanzaro con la preziosa collaborazione dell’Azienda Calabria Verde, diretta da Paolo Furgiuele. “Quella rappresentata in questa piazza oggi è la Calabria che ogni giorno applica nella sua onesta operosità la grande lezione di umanità che Papa Francesco ci trasmette con umiltà dal primo giorno del suo pontificato – ha detto il presidente Bruno in occasione del baciamano al Santo Padre (nella seconda foto) rivolgendo un breve saluto al Pontefice -. La Calabria che sa produrre con cuore e generosità mettendosi a disposizione della comunità, la Calabria che come questo albero, sebbene apparentemente fragile nelle sue componenti, è armonica e forte nel resistere alle avversità mentre alza la testa con orgoglio. Tanti cari auguri di buon Natale, Santo Padre grazie di esistere”. Ovviamente toccante l’intervento di Papa Francesco, accolto da un lungo applauso al suo ingresso nella Sala Clementine: il Pontefice ha sottolineato il valore simbolico dell’albero di Natale come elemento di unità, forza e condivisione tra le persone. Nota di straordinaria suggestione ed emozione l’abbraccio di un bambino catanzarese, Andrea Bressi, a Papa Bergoglio, che ha chiesto al piccolo di avvicinarsi e di stare alcuni minuti seduto tra le sue gambe (nella foto in alto). La giornata è stata speciale anche per i ragazzi dell’Istituto alberghiero di Soverato che sono stati autorizzati ad usare le cucine vaticane per preparare il buffet per il Santo Padre che è stato base di piatti della tradizione calabrese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...