Discarica interrata, il Gip: Comune di Ionadi omissivo

«I rifiuti sono stati sostanzialmente interrati nel tempo senza alcuna attività di monitoraggio concreto e di bonifica del sito e nella misura in cui la Regione Calabria, per effetto dell’omessa comunicazione dei dati relativi al sito da parte del Comune di Ionadi, non è stata messa in condizione di inserire il sito di “Capramorta” tra quelli bonificabili». E’ quanto scrive il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Vibo Valentia, Annalisa Gualtieri, nel provvedimento di sequestro della discarica abusiva interrata a Ionadi. L’area si estenderebbe su una superficie di oltre 6 chilometri quadrati e sarebbe posta in una zona che, dopo la copertura della discarica, è stata resa edificabile. «Sussiste – aggiunge il giudice – una probabile contaminazione della falda acquifera superficiale per effetto dell’accertata presenza di manganese». Una contaminazione, tuttavia, secondo quanto rileva il magistrato, «non interferente con le falde acquifere maggiormente profonde, anche se sussiste il rischio di possibili infiltrazioni nel terreno contaminato del sito che è aderente sia alla tubazione idrica della rete fognaria delle lottizzazioni che alla condotta di adduzione che dal pozzo raggiunge il serbatoio di distribuzione della popolosa frazione del Comune di Ionadi». Per il gip a rendere ancora più assurda la vicenda è che nel biennio ’95-’96 «sono state presentate dai proprietari delle aree insistenti sul terreno in questione istanze di lottizzazione convenzionale che il Comune ha approvato senza che venisse fatta menzione della preesistenza della discarica abusiva».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...