Il Gup: Simona Riso poteva essere salvata

Saranno processati per omicidio colposo due medici dell’ospedale San Giovanni di Roma che lo scorso anno hanno avuto in cura Simona Riso, 28 anni, originaria di San Calogero, caduta dal terrazzo condominiale della sua abitazione. Secondo il gup, che ha accolto le richieste della procura, i medici Raimondo Grosso, in servizio al pronto soccorso, e Anna Francesca Bandiera, del reparto di ginecologia, non hanno adottato tutte le procedure necessarie per tentare di evitare la morte della ragazza di origini vibonesi (nella foto). In particolare, si sarebbero limitati ad avviare le procedure mediche previste per le violenze sessuali (Simona aveva dichiarato di essere stata violentata) trascurando invece le fratture, considerate la causa del decesso. Il processo inizierà l’11 maggio del 2016.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...