Siria, Vanessa ai pm: mesi difficili ma nessuna violenza

“Cinque mesi difficili, ma senza subire abusi e violenze”. E’ quanto Greta Ramelli e la cosentina Vanessa Marzullo, le due volontarie di 20 e 21 anni sequestrate in Siria alla fine di luglio, avrebbero dichiarato ai pm romani che le hanno sentite per oltre quattro ore nella sede dei carabinieri del Ros. Le due volontarie (nella foto in auto dopo l’interrogatorio) hanno detto di essere state sempre in Siria. Saranno risentite prossimamente. Greta e Vanessa sono state tenute in varie prigioni nella zona a nord della Siria. Le due ragazze liberate ieri pomeriggio hanno anche sottolineato che i loro carcerieri erano sempre a volto coperto. I verbali delle due audizioni sono stati secretati. “Non sappiamo nulla di un eventuale riscatto pagato per la nostra liberazione”, avrebbero risposto al procuratore aggiunto. Le due ragazze avrebbero detto ai pm di non essere mai state minacciate di morte. In sostanza, da quanto si è appreso hanno subito un trattamento duro, ma con livelli di criticità tollerabili e, comunque, non ai livelli di quelli subiti da altri italiani sequestrati in zone di guerra come la Libia. (Ansa)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...