Giunta “Abramo ter” pronta, si attende l’Ncd

Quando Marco Polimeni, capogruppo al Comune di Catanzaro per “Catanzaro da Vivere”, aielliano di ferro, grand’elettore del consigliere regionale Baldo Esposito, ma soprattutto promettente amministratore, affabile e talentuoso, entra nella sala Ferrara del consiglio provinciale – che frequenta da titolare di uno scranno dopo l’elezione del 12 ottobre – in molti lo chiamano “presidente”. Non per far torto ad Enzo Bruno, per carità, poiché il riferimento è ad un altro livello amministrativo: Marco Polimeni presidente del consiglio comunale di Catanzaro nel dopo Ivan Cardamone, promosso vice sindaco e assessore alla Cultura. Una fuga in avanti? Uno scenario in evoluzione tutt’altro che peregrino, tutto nelle mani di “Catanzaro da Vivere”. In punta di penna, più che altro: basta una firma, anzi due. Si dovrebbe aggiungere anche quella del collega di gruppo, Ezio Praticò, per sigillare con l’inchiostro un accordo vetero elettorale che resusciterebbe la maggioranza al governo di Catanzaro, dopo una bell’intervento chirurgico, in grado di tenere in vita la consiliatura dell’Abramo ter. Il sindaco si rimbocca le maniche e va alla ricerca del sostegno da mettere nero su bianco in calce ad un documento programmatico che serve più che altro a trasformare la parola data in un impegno: un patto per la città da palesare in aula con una mano alzata. Mandato avanti dall’alter ego Mimmo Tallini, che non manca di fare la propria parte tessendo rapporti strategici al fine di sostenere il lìder maximo del centrodestra catanzarese, Abramo gioca a risiko sul tabellone del centrodestra che, tra vendette, fibrillazioni, spaccature e rese dei conti, in guerra c’è da un pezzo. E così alla firma di sottoscrittori se ne contano quindici: dopo aver convocato i consiglieri di quel che resta della maggioranza, sfumata l’ipotesi dell’”accorduni” con il “Bene in Comune”, che avrebbe sacrificato Rosario Mancuso delegandolo a presiedere il consiglio, nella stanza del sindaco stamattina si accelerano i tempi per arrivare alla firma dei decreti di nomina della nuova Giunta. I nomi sono quelli nel cassetto da giorni: Daniela Carrozza all’assessorato al turismo, Gabriella Celestino alle politiche sociali e Rosa Maria Petitto al Bilancio, ma anche Filippo Mancuso al Patrimonio, Tony Sgromo e di ritorno anche Giampaolo Mungo, a cui si aggiungono Gianmarco Plastino ai Lavori Pubblici e Saverio Loiero amministrerà le Attività Economiche, Ivan Cardamone, vicesindaco e delegato alla Cultura e Carlo Nisticò consigliere delegato alla Cultura. Nessun inciucio con il grande centro spinto da Sergio Costanzo e Tommaso Brutto, tentati dalla soluzione “Nuovo centrodestra”: tutti insieme, se anche Giulio Elia fosse disposto a rinunciare alla beata solitudine, farebbero un bel gruppo di sei (si aggiungerebbe Franco Leone), che potrebbe valere ben più di un assessore sul tavolo del sindaco alla ricerca dei numeri per guardare al futuro. Ma Costanzo vuole rimanere all’opposizione, Tommaso Brutto non ha tanta voglia di perdonare Tallini, Elia preferisce rimanere in compagnia dei propri principi e delle proprie convinzioni. E Il Nuovo centrodestra deve ancora sciogliere il nodo dell’appoggio esterno che vale comunque la presidenza del consiglio comunale a Marco Polimeni. Intanto le firme sarebbero 15 perché si sarebbe convinto anche l’ex Udc Roberto Rizza, mentre l’ex collega di gruppo, Domenico Concolino, aveva già superato la fase dell’indecisione. La Giunta è pronta, comunque: i delegati sperano di non invecchiare nell’attesa che qualcosa si muova.

Margherita Riga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...