Saltano le prime “teste” nei “carrozzoni” regionali

Saltano le prime “teste” nei “carrozzoni” regionali. Su proposta del presidente della Giunta Oliverio l’esecutivo calabrese oggi ha dichiarato decaduti i presidenti di alcune Fondazioni regionali e ha nominato i relativi commissari, che sono dirigenti regionali. Alla Fondazione “Calabria etica” al posto del presidente Pasqualino Ruberto è stato nominato commissario il dirigente dell’Audit Carmelo Barbaro, alla Fondazione “Mediterranea Terina” al posto di Pasqualino Scaramuzzino è andato il dirigente dell’assessorato all’Agricoltura Carmelo Salvino; alla “Film commission” al posto di Ivano Nasso è stato nominato commissario il dirigente dell’assessorato al Turismo Pasquale Anastasi. Tutti provvedimenti che erano nell’aria e che sono stati adottati dalla Giunta Oliverio in base alla legge regionale sullo spoils system ma anche in base a valutazioni negative sull’operato dei presidenti di queste fondazioni, nominati dall’amministrazione di centrodestra guidata nella passata legislatura prima da Scopelliti e poi dalla facente funzioni Antonella Stasi: tra le contestazioni che il nuovo governo di centrosinistra, sulla base di ispezioni disposte ad hoc nelle scorse settimane, avrebbe mosso ai vertici di queste fondazioni ci sarebbero assunzioni oltre ogni limite, clientelari e “sospette”, buchi di bilancio, stipendi esageratamente alti per i presidenti (l’esempio classico è quello di Ruberto, che si sarebbe auto-assegnato un’indennità di oltre 4mila euro al mese per guidare la criticatissima “Calabria etica”) e scarsa produttività. Nelle prossime settimane il commissariamento potrebbe riguardare anche altre fondazioni o società in house della Regione come l’Azienda Calabria Lavoro. Infine, sempre oggi la Giunta Oliverio, su proposta dell’Assessore ai Lavori Pubblici Antonino De Gaetano, ha disposto la decadenza dei commissari e dei revisori dei conti delle cinque Aterp provinciali: allo stesso tempo, si è demandato al dirigente generale del Dipartimento l’individuazione dei referenti, per ogni provincia, tra i dirigenti interni al Dipartimento, in attesa della riorganizzazione dell’Azienda unica regionale. (a. c.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...