Lavoro, la Regione rilancia “Garanzia Giovani”

Il presidente della Regione Mario Oliverio e l’assessore al Lavoro e Sviluppo economico Carlo Guccione hanno presentato a palazzo Alemanni il progetto “Garanzia giovani”. Si tratta di un progetto finanziato con centoundici milioni, ci cui sessantasette del Governo ed il resto messo a disposizione dalla Regione. Esso consentirà, nel giro di un mese e mezzo, ai primi 17500 giovani, tra i quindici ed i ventinove anni, di partecipare alle iniziative previste da “Garanzia giovani”. «La Calabria – ha detto il presidente Oliverio – ha una condizione sociale difficile ed il lavoro è il cuore di questa situazione. Costruire un’ipotesi di sviluppo serio significa aggredire il problema del lavoro, soprattutto giovanile, che sarà una priorità della nostra azione di governo. Vogliamo recuperare il ritardo registrato, che fa della Calabria una regione che non utilizza pienamente i fondi. “Garanzia giovani” è uno strumento che fa parte di un progetto lavoro più ampio che metteremo in campo e del quale parleremo anche col ministro Giuliano Poletti nell’incontro che avremo a Roma giovedì prossimo perché ritengo debba esserci una concertazione anche con il Governo». «Garanzia giovani” – ha detto Guccione – sarà inserita nel contesto di una serie di misure di politiche attive per il lavoro, anche per quanto riguarda la ricerca di qualifiche. Un programma complessivo, quello che intendiamo mettere in campo, per riavviare l’occupazione e tentare la ripresa economica». Guccione ha sostenuto che il programma prevede interventi per quarantaseimila mila giovani «ma, al momento, sono 17.547 gli iscritti di cui 811 nella fascia di età 15-18 anni, 8.445 in quella 19-24 e 8.291 in quella 25-29». In Calabria, in totale, vi potrebbero aderire circa settantottomila ragazzi. Riguardo al numero ridotto di richieste, Oliverio ha sostenuto che la Regione intende mettere in campo iniziative per «utilizzare completamente queste risorse», e quindi «strategie di comunicazione, informazione e di accompagnamento dei giovani alla utilizzazione di queste risorse. Ci sono state poche domande perché non c’è stata una strategia adeguata d’ informazione e di accompagnamento. E’ necessario che i giovani vengano informati ed accompagnati in questo percorso. Bisogna tener conto che c’è una sfiducia prevalente da parte del mondo giovanile, con ragione, perché appunto c’è stata e rimane una grande incertezza sul futuro. Proprio per questo – ha detto ancora il presidente della Regione – abbiamo il dovere di aiutare i nostri giovani ad utilizzare tutte le opportunità. Serve un’azione d’informazione penetrante e capillare. Bisogna coinvolgere diversi soggetti sul territorio, a cominciare dagli enti locali, dalle organizzazioni sociali, dalle università e dai Centri per l’impiego con i quali avremo presto un incontro per una strategia coordinata e monitorata». «“Garanzia giovani” – ha detto l’assessore Guccione (nella foto in conferenza stampa con Oliverio e il capo dell’Ufficio stampa della Giunta Oldani Mesoraca) – è uno strumento che prende in carico i giovani e li accompagna e li guida tra le varie misure previste. Ventidue milioni sono finalizzati all’apprendistato e venticinque all’autoimpiego. Inoltre, si tratta di un’esperienza transnazionale dal momento che i corsi si possono svolgere anche all’estero. Si tratta di uno strumento non rigido che prevede un monitoraggio trimestrale per verificare l’andamento ed intervenire per rimodulare l’impiego delle risorse».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...