Calabria Etica, su Tv7 le miserie della politica

Lo scandalo ‘Calabria Etica’ alla ribalta nazionale nel servizio del magazine di Raiuno ‘Tv7’ andato in onda ieri sera. Il reportage del giornalista Riccardo Giacoia rivela le miserie della politica calabrese, che sfrutta la fame di lavoro dei nostri giovani per i propri interessi.  Un’inchiesta sul campo, quella di ‘Tv7’,  nel cuore di questa fondazione regionale balzata agli onori della cronaca per le oltre 200 assunzioni che il presidente – da ieri ex presidente – di ‘Calabria Etica’, il lametino Pasqualino Ruberto, ha disposto a poche ore dalle Regionali del 23 novembre. Assunzioni che – riporta il servizio – sarebbero state funzionali alla rielezione dell’assessore regionale al Lavoro Nazzareno Salerno, di Forza Italia, sostenuto dallo stesso Ruberto, e alla corsa dello stesso Ruberto alla conquista del Comune di Lamezia Terme. Intervistato da Giacoia, Ruberto nega di aver fatto assunzioni clientelari mentre il servizio di ‘Tv7’ ricorda che tra gli assunti di ‘Calabria Etica’ figurerebbero tra gli altri anche la compagna di Ruberto e la sorella della compagna e mostra poi una email dello stesso Ruberto che invita i suoi collaboratori a votare Salerno alle Regionali. È quindi il turno dello stesso Salerno, che con somma impronditudine parla di “progetti utili assunti nella massima trasparenza e senza fini clientelari” anche se poi ammette che “se poi nasce pure un consenso politico ben venga…”. Le telecamere di ‘Tv7’ poi riprendono alcuni dei neo assunti a ‘Calabria Etica’, uno dei quali confida di aver votato per Salerno alle Regionali. Quindi, tappa nella redazione del ‘Corriere della Calabria’, che con il giornalista Pietro Bellantoni ha scoperchiato lo scandalo della fondazione. Che – evidenzia poi il servizio di Giacoia – non è il solo nel contesto regionale, nel quale si sono spesi 180 milioni all’anno per sostenere fondazioni, società e consorzi nella maggior parte dei casi improduttivi e inutili. Le conclusioni sono affidate al presidente della Regione Oliverio, che ‘Tv7’ intervista al termine della riunione di Giunta che ha commissariato ‘Calabria Etica’. “In Calabria c’è bisogno di recuperare la legalità e di fare del lavoro un diritto da garantire con il rispetto delle regole, dobbiamo avere il coraggio di superare certe pratiche aberranti perché non ci sono altre strade”, dice Oliverio, che poi chiude con un passaggio pessimistico: quello di ‘Calabria Etica’ – osserva Oliverio – “penso, purtroppo, che sia solo la punta dell’iceberg…”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...