Assunzioni “sospette”, blitz della Gdf all’Aterp di Vibo

La Guardia di finanza sta acquisendo numerosi documenti nella sede dell’Aterp provinciale di Vibo Valentia. I finanzieri stanno visionando anche una serie di atti relativi alla stipula di contratti. Nei giorni scorsi la parlamentare del Movimento 5 Stelle Dalila Nesci aveva presentato un esposto alla Procura della Repubblica per chiedere che venissero accertate eventuali irregolarità circa le 32 assunzioni disposte dall’Agenzia di Vibo Valentia a ridosso delle imminenti primarie del Pd per scegliere il candidato sindaco. Il commissario uscente dell’Aterp, Antonino Daffinà, aveva specificato che il progetto che prevedeva le assunzioni era nato a seguito della riforma delle Aziende territoriali per l’edilizia residenziale pubblica approvata dal Consiglio regionale con la legge 24/2013. Riguardo, poi, i nominativi selezionati, Daffinà ha ricordato che si trattava di persone che devono svolgere la loro attività secondo le proprie competenze professionali all’interno dell’ente e la cui individuazione dipende dalle necessità dell’Aterp. (Ansa).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...