Calabria Etica e Fincalabra, la “scure” della Corte dei Conti

La “scure” della Corte dei Conti sulla fondazione Calabria Etica e sulla Fincalabra. La procura regionale della magistratura contabile evidenzia le criticità delle società in house della Regione nella relazione di inaugurazione dell’anno giudiziario. “Su tali forme organizzative – scrive il procuratore regionale facente funzioni Salvatore Librandi (nella foto) – occorrono rigorosi controlli al fine di evitare che si trasformino in espedienti diretti a perseguire consulenze esterne oppure assunzioni di personale illegittime e comunque in violazione della normativa vigente in merito, nonché per impedire a tali società di svolgere un ruolo improprio per conto dell’ente di riferimento”. Al riguardo secondo la procura regionale della Corte dei Conti “sono significative due vicende: 1) la fondazione Calabria Etica, riconducibile alla Regione Calabria, che è stata commissariata dopo le note assunzioni a tempo determinato effettuate dal mese di novembre dai responsabili della fondazione, 2) la Fincalabra spa, società finanziaria della Regione, che ha il compito di sostenere lo sviluppo economico della Calabria e invece si è distinta per una gestione caratterizzata da assunzioni e consulenze illegittime”. (a.c.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...