‘Ndrangheta, la Chiesa: contro di noi accuse false

La Chiesa italiana risponde al procuratore nazionale antimafia Franco Roberti che qualche giorno fa aveva parlato dei «silenzi» della Chiesa sulla mafia. «Roberti sa fare bene il suo lavoro ma in questo caso ha “toppato”, non lo hanno informato bene su quanto stanno facendo tanti uomini di Chiesa». Lo ha detto il segretario generale Cei, monsignor Nunzio Galantino, in un’intervista al programma Rai “A sua immagine”. «Roberti – ha suggerito il vescovo – dovrebbe guardarsi magari il documento dei vescovi della Calabria, che elenca molte iniziative prese contro la criminalità organizzata. Su 36 mila preti in Italia – ha aggiunto Galantino – ci sono quelli più coraggiosi e quelli che lo sono meno, ma parlare genericamente dei silenzi della Chiesa mi sembra non solo esagerato ma fuori posto». «La Chiesa guarda dentro di sé e fuori di sé», ha affermato. In trasmissione monsignor Galantino ha ricordato le parole di Papa Francesco sul corrotto «che dà pane sporco da mangiare ai propri figli». Infine ha stigmatizzato il tentativo dei capi mafia di «strumentalizzare la fede pensando che si sono rifatti una verginità pagando la banda o i fuochi d’artificio in occasione della festa patronale».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...