Vitalizio, il Riesame dà ragione a Sarra

Il Tribunale del riesame di Reggio Calabria ha accolto il ricorso dell’ex sottosegretario della Regione ed ex consigliere regionale di Alleanza nazionale Alberto Sarra sbloccando la somma – 19.800 euro – che gli era stata sequestrata il 24 febbraio. Il sequestro rientrava nell’inchiesta che vede Sarra indagato per truffa e falso per avere ottenuto un vitalizio pari a 7.490,33 al mese per inabilità, a causa di una patologia cardiaca. Una malattia definita dagli inquirenti “assolutamente indipendente dall’esercizio della carica di consigliere”. Nell’inchiesta risultano indagati anche Bruno Logozzo, Francesca Amodeo e Vincenzo Amodeo, i membri della commissione medica, che ha accertato l’inabilità di Sarra. Secondo l’accusa, sarebbero stati “compiacenti”, attestando in modo falso la correlazione tra patologia e l’attività politica dell’ex sottosegretario. Ora il Riesame ha sbloccato la somma già sequestrata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...