Cannitello, i 5 Stelle: “mascherare” subito quell’ecomostro

«Da due anni il Movimento 5 Stelle domanda in ogni sede il mascheramento di quello sfregio paesaggistico che è la Variante di Cannitello: speriamo che stavolta il messaggio sia arrivato al Governo». Lo affermano in una nota congiunta la parlamentare 5 Stelle Federica Dieni e il Meet Up di Villa San Giovanni. «Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale, serie generale 57 del 10 marzo 2015 della delibera Cipe dell’1 agosto 2014 scatta l’obbligo, da parte della società “Stretto di Messina S.p.a.”, o in sua vece il commissario liquidatore previsto dal decreto-legge 179/2012, della consegna degli elaborati del progetto preliminare per il loro aggiornamento. Questo ovviamente non comporta l’inizio immediato dei lavori ma è un segnale positivo. Confidiamo – aggiungono Dieni e il Meet Up – che dopo due anni di pressioni, a partire dall’interrogazione parlamentare a prima firma Dieni del 18 giugno 2013, per arrivare all’intervento dei nostri attivisti sul sottosegretario Umberto Del Basso De Caro, finalmente il Governo si attivi per camuffare quello che, come ben sanno i cittadini, è un vero e proprio ecomostro. Ovviamente la battaglia del Movimento 5 Stelle non finisce qui. Continueremo a stare col fiato sul collo all’esecutivo finché non saranno rimosse le ferite che sul territorio sono state provocate dal sogno folle del Ponte sullo Stretto».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...