Sanità, così Scura riprogramma la rete ospedaliera – SCARICA I DOCUMENTI

Il commissario ad acta per la sanità calabrese Massimo Scura ha approvato il documento di riorganizzazione della rete ospedaliera in Calabria. Con il decreto numero 9, varato lo scorso 2 aprile, sottoscritto anche dal sub commissario Andrea Urbani e dal direttore generale del Dipartimento regionale Tutela della Salute Bruno Zito e sottoposto anche alla valutazione del presidente della Regione Mario Oliverio, si riprogramma il fabbisogno di posti letto integrando il precedente decreto numero 18 del 2010. Nel documento del commissario Scura – allegato alla fine di questo servizio e scaricabile insieme alle schede per ogni ospedale – si evidenzia che «al fine di garantire le prestazioni ospedaliere ai cittadini domiciliati in Calabria e cittadini che fruiscono di prestazioni in mobilità attiva», è necessario «mantenere l’offerta ospedaliera di cui al fabbisogno espresso dal Dpgr 18/2010 pari a 6.395 posti letto, di cui per acuti 5.031 e per post-acuzie 1.364. In relazione ali’esigenza di affrontare il recupero della mobilità passiva, si ritiene necessario integrare il fabbisogno di cui al Dpgr 18. L’obiettivo di recupero della mobilità è pari al 30% della mobilità passiva. Di questa percentuale – si legge ancora nel provvedimento commissariale – si prevede di ricomprendere, per i motivi sopra esposti, il 20% nei posti letto già programmati e il 10% ad integrazione del fabbisogno di posti letto. Tale incremento potrà essere implementato in funzione della messa a regime delle reti programmate, e in particolare, a seguito della verifica della persistenza dei requisiti funzionali e volumi di attività per ciascuna struttura della rete, nonché degli indicatori di appropriatezza e qualità dell’assistenza. Pertanto, il percorso di assegnazione dei posti letto programmati in incremento per il recupero della mobilità passiva, seguirà i criteri di valutazione sopra richiamati e i posti letto saranno assegnati alle unità operative che, in condizione di efficienza e di appropriatezza, avranno saturato l’utilizzo dei posti letto già attivi. Di conseguenza, la dotazione programmata di posti letto è pari a 6.494 posti letto, di cui 5.130 posti letto per acuti e 1.364 posti letto per post-acuzie. Con il presente documento vengono assegnati tutti i posti letto di cui al fabbisogno stabilito dal Dprg 18 del 2010, mentre i rimanenti 99 posti letto per acuti programmati saranno assegnati successivamente in coerenza con i principi enunciati nel presente documento». Il decreto di riorganizzazione della rete ospedaliera inoltre tiene conto anche delle sollecitazioni del governatore Oliverio sugli ospedali di confine e della costruzione dei nuovi ospedali di Vibo Valentia, Sibaritide e Piana di Gioia Tauro, mentre con riferimento alla fondazione oncologica “Tommaso Campanella” si fa presente che «il commissario ad acta per il Piano di Rientro provvederà a riallocare le funzioni nell’ambito della rete ospedaliera pubblica». Il decreto del commissario Scura inoltre riprogramma anche la rete dell’emergenza-urgenza e le reti “tempo-dipendenti”. L’intero “pacchetto” di provvedimenti della struttura commissariale dovrà ovviamente essere esaminato dal tavolo di verifica e monitoraggio presso i ministeri della Salute e dell’Economia, tavolo che con riferimento alla Calabria si riunisce in queste ore. (a. c.)

documento_di_riorganizzazione_della_rete_ospedali_era_della_rete(1)

allegato_1(1)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...