“Gerbera Gialla”, ecco il programma dell’evento

Sono state presentate questa mattina, presso la sede del Coordinamento antimafia “Riferimenti”, le iniziative in programma per la XXII edizione della “Gerbera Gialla”, manifestazione che apre il percorso nazionale della memoria. Ospite d’onore, come ormai consuetudine, il presidente del Senato Piero Grasso (nella seconda foto con la coordinatrice di “Riferimenti” Adriana Musella). Il programma prevede tre iniziative: il 3 e il 4 Reggio Calabria e il 5 maggio a Rosarno. La “Gerbera”, fiore simbolo della lotta antimafia,trasmette ancora una volta il proprio messaggio di memoria e di riscatto per una terra che ha tanto bisogno di rinascer, è stato detto in conferenza stampa. Il 3 maggio, nell’anniversario dell’uccisione dell’ingegnere Gennaro Musella, si svolgerà a Piazza Italia a Reggio Calabri un concerto dedicato alle vittime di mafia, a partire dalle 18,30. pierograsso-webA eseguirlo cento elementi diretti dal maestro Maurizio Managò, facenti parte dell’orchestra di fiati di Laureana e Rosarno e della band di Melicucco. Nell’ambito dell’evento interverranno Adriana Musella, Mariella Russo, il presidente del Tribunale di Reggio Calabria Gerardis, il pm Giuseppe Lombardo,esponenti degli enti locali. Il 4 maggio,invece, alle 18,00, presso la Sala dei lampadari di Palazzo San Giorgio si discuterà della “Relazione sulla ‘ndrangheta” con i pm della Dda di Reggio Calabria e Catanzaro,Giuseppe Lombardo e Pier Paolo Bruni. Il 5 maggio la città di Rosarno accoglierà la manifestazione studentesca anti-‘ndrangheta. Previste delegazioni di scuole da tutta la Calabria. L’Unical sarà presente con 200 ragazzi di pedagogia della Resistenza accompagnati dal rettore Crisci. Il presidente del Senato Piero Grasso si unirà al corteo degli studenti per poi scoprire una lapide che il Liceo Piria ha dedicato a Gennaro Musella. Dopo gli interventi istituzionali, avrà luogo la consegna dei premi “Gerbera Gialla”, tra gli altri destinati a Monsignor Galantino Giuseppe Creazzo e il super testimone del delitto Bellocco. A termine della cerimonia Piero Grasso tirerà  dei calci al pallone con la squadra di migranti del “Koa Bosco” (nella foto in alto, di recente vittima di alcune aggressioni), all’interno dell’Istituto Piria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...