“Bocconi”, Oliverio incontra Giulia Bifano

Il presidente della Regione, Mario Oliverio, a Milano per partecipare all’inaugurazione di Expo 2015, ha incontrato Giulia Bifano, una studentessa calabrese ventunenne, di Lamezia Terme, che frequenta il quarto anno di giurisprudenza alla “Bocconi”. Giulia è l’unico componente eletto nel consiglio di amministrazione dell’università Bocconi, in rappresentanza degli studenti. Un successo davvero straordinario, il suo, poiché i “bocconiani” le hanno attribuito un consenso di oltre il 60%, più o meno la stessa percentuale di consensi ottenuta dal presidente Oliverio alle elezioni del 23 novembre scorso. Su 4833 votanti Giulia Bifano ha ottenuto 2763 voti, Zappalà, risultato secondo dietro di lei, ha ottenuto 947 voti e Padova, terzo, ha ottenuto 731 voti. “Ho incontrato assai volentieri Giulia – ha commentato il governatore della Calabria – questa giovane ventunenne calabrese che ha saputo conquistare un consenso largo dei giovani studenti bocconiani, un consenso che èfrutto delle sue qualità umane e, soprattutto, della stima e dell’apprezzamentoottenuto nel corso della sua esperienza universitaria a Milano. È un bel risultato chesalutiamo con grande soddisfazione“. A Giulia, ma anche e ai tanti giovani calabresi che anche qui a Milano hanno saputoe sanno farsi apprezzare per la loro serietà e per il loro forte senso del dovere – ha concluso Oliverio – formulo i migliori auguri di un futuro radioso e ricco di traguardi sempre più ambiziosi”.

Un pensiero su ““Bocconi”, Oliverio incontra Giulia Bifano

  1. carlo lupicarlo

    1° MAGGIO : La storia del TRADIMENTO dei LAVORATORI, dei CITTADINI, e della distruzione di una NAZIONE. Mentre il sistema Capitalistico vive una crisi drammatica e mentre le MULTINANZIONALI FINANZIARIE SONO nell’impossibilità di sfuggire ai debiti ed insolvenze accumulate per l’eccesso di ingordigia, UNA MASSA DI DIRIGENTI SINDACALI, POLITICI e ALTI BUROCRATI ha venduto i lavoratori e i cittadini alle suddette Centrali Finanziarie, massacrando i redditi ed i diritti dei lavoratori e dei cittadini per permettere ai MOSTRI della FINANZA DI SALVARSI nascondendo i debiti e FACENDO FALLIRE in loro vece le NAZIONI e i CITTADINI. Sempre questi dirigenti con quelli delle categorie produttive si mettono di traverso impedendo a imprese e lavoratori di sapere che per salvarsi basta autoprodursi la MONETA con una semplice Carta di Credito Territoriale.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...