“Anime nere” spopola ai David di Donatello

“Anime Nere” di Francesco Munzi domina le candidature ai David di Donatello 2015, ricevendo ben 16 nomination nelle diverse categorie.Al secondo posto “Il giovane favoloso” di Mario Martone con 14 candidature, mentre su terzo gradino del podio si collocano ex aequo con dieci candidature “Mia madre” di Nanni Moretti e “Il ragazzo invisibile” di Gabriele Salvatores. Seguono “Torneranno i prati” di Ermanno Olmi con otto candidature, “Hungry Hearts” di Saverio Costanzo e “Noi e la Giulia” di Edoardo Leo, entrambi con sette candidature. «Sono strafelice, soprattutto per la troupe e i collaboratori, che hanno tenuto duro su un progetto molto difficile, dal percorso anticonvenzionale», ha commentato Munzi, raggiunto telefonicamente dal daily “Cinematografo.it”. Accolto positivamente sin dalla presentazione in concorso a Venezia 2014, “Anime nere”– film sulla ‘ndrangheta per la prima volta vista da vicino attraverso la storia di tre fratelli aspromontani – era rimasto però a bocca asciutta nel palmares del Festival: «Il film è partito da lì, passando anche per Toronto – dice ancora Munzi – e poi si è affermato progressivamente con le numerose vendite all’estero, soprattutto negli Stati Uniti, dove è diventato un piccolo caso, con articoli importanti sul New York Times e Los Angeles Times. Le 16 candidature ottenute ai David confermano un percorso che non dà segni di affievolimento ed è la cosa che mi rende più contento», ha concluso il regista.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...