Calcioscommesse, “bufera” sulla Vigor Lamezia

Lo scandalo “Dirty Soccer” travolge i vertici dirigenziali della Vigor Lamezia, con i fermi del ds Fabrizio Maglia, del responsabile marketing Felice Bellini, catanzarese di 38 anni e del braccio destro di quest’ultimo Sebastiano La Ferla, 44 anni, anch’egli di Catanzaro, mentre è «al vaglio degli inquirenti» la posizione di Claudio Arpaia, presidente del sodalizio lametino. Nel mirino degli investigatori i particolare le presunte “combine” di due match di Lega Pro, Barletta-Vigor Lamezia e Vigor Lamezia-Paganese. Su quest’ultima gli inquirenti nel provvedimento di fermo annotano: «Risultanze intercettive attesteranno come Bellini Felice (calabrese, ex direttore sportivo del Gudja United Malta, compagine calcistica maltese e attualmente responsabile del marketing della Vigor Lamezia), grazie alla disponibilità economica fornita da due cittadini maltesi, Farrugia Robert e Farrugia Adrian (entrambi inseriti in contesti calcistici maltesi, in particolare quest’ultimo ex calciatore del Mosta, squadra militante nella premier league di Malta) organizzi l’alterazione di due partite di campionato di Lega Pro, Girone C, Aversa Normanna – Barletta e Vigor Lamezia – Paganese sfruttando la conoscenza diretta da un lato di Ninni Corda (allenatore del Barletta) e dall’altro di Maglia Fabrizio e Arpaia Claudio, rispettivamente direttore sportivo e presidente della Vigor Lamezia». Secondo gli investigatori «Bellini agirà parallelamente per riuscire a combinare le predette partite i cui finanziatori saranno per entrambe i soggetti maltesi: Vigor Lamezia – Paganeseche si disputerà il 12 aprile 2015 e Aversa – Barletta del 11 aprile 2015. Per quanto concerne l’incontro di calcio della compagine calabrese Bellini Felice (nel primo fotino in basso), unitamente al suo factotum La Ferla Sebastiano (nel secondo fotino in basso), e i finanziatori maltesi proporranno la combine sia al direttore sportivo Maglia Fabrizio che al presidente Arpaia Claudio ma, a causa delle modalità della proposta, riceveranno da questi un rifiuto. Per quanto attiene, invece, la partita di calcio tra Aversa e Barletta, la proposta di combine sarà fatta dagli stessi “attori”, Bellini e i maltesi Farrugia Robert e Adrian, a Ninni Corda allenatore del Barletta che accetterà l’illecita proposta anche se alla fine il risultato alterato non si realizzerà per causa non riconducibile alla volontà dei protagonisti. Il consenso di Ninni Corda a quest’ultima combine emergerà dalle risultanze intercettive, trattate nella combine successiva tra Vigor Lamezia e Barletta, che sarà organizzata in via prioritaria per “offrirla” ai finanziatori stranieri per recuperare il denaro che questi avevano perso scommettendo sul risultato alterato, della partita Aversa – Barletta, che alla fine non si realizzava».

bellini

la ferla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...