Trivellazioni in mare, anche la Fapi dice no

La Federazione agricoltori piccole imprese contro le trivellazioni in terra e mare. «Forte anche dell’opposizione al decreto Sblocca Italia impugnato dal presidente Mario Oliverio – spiega il coordinatore regionale Cristian Vocaturi (nella foto) – esprimiamo il nostro secco no alle le trivellazioni petrolifere in terra e mare per tutelare l’acqua dell’intera Sibaritide e delle nostre economie locali, prevalentemente basate sull’agricoltura e sul turismo, che verrebbero gravemente danneggiate. La Sibaritide è un territorio ricco in termini di produzioni agricole di qualità, turismo, pesca, agroalimentare, luoghi ricchi di cultura, arte e archeologia. E’ una delle aree più ricche dell’intera Calabria e non merita di essere deturpata da inutili interventi di estrazione di greggio che non risolveranno i problemi energetici nazionali, ma che distruggeranno il Pil delle economie locali procurando altra disoccupazione ed emigrazione. Come Fapi siamo molto preoccupati – conclude Vocaturi – e ci auguriamo che il Governo prenda coscienza di ciò che significherebbe per il nostro territorio un intervento del genere. Gli interessi di pochi non possono prevalere sulla tutela ambientale e lo sviluppo agricolo di un intero territorio».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...