“Quote rosa”, la legge regionale vede il traguardo

Dopo la prima commissione “Affari istituzionali”, anche la seconda commissione Bilancio del consiglio regionale ha approvato la proposta di legge sulla promozione “della parità di accesso tra uomini e donne alle cariche elettive regionali” presentata dal capogruppo di “Calabria in Rete” Flora Sculco. L’ok dell’organismo consiliare presieduto dal democrat Giuseppe Aieta è arrivato all’unanimità. La proposta di legge (che ora deve passare al vaglio dell’Aula) riforma la legge regionale 1/2005, in modo che anche la Regione Calabria assicuri “pari opportunità tra donne e uomini” (in base all’articolo 51 Costituzione) e che il sistema elettorale calabrese promuova “la parità di accesso tra donne e uomini alle cariche elettive” (in base all’articolo 117, settimo comma, Costituzione). Tra le novità previste dal testo, la presenza di un’adeguata rappresentanza femminile (almeno 1/3) nelle liste elettorali e, al momento del voto, l’obbligo di votare una candidata donna nel caso in cui si esprimono due preferenze. La proposta di legge adesso dovrà essere approvata dal consiglio regionale, chiamato a sanare un “vulnus” storico, la scarsa presenza femminile nella massima assemblea calabrese, “vulnus” confermato anche in questa legislatura, che vede nella Sculco (nella foto) l’unica donna consigliere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...