Guccione-Oliverio, doppia bagarre in Consiglio regionale

Un feeling politico che si rompe, una spaccatura inimmaginabile fino a un mese e mezzo fa quando i due sembravano filare d’amore e d’accordo all’interno della Giunta. Tra l’ex assessore regionale Carlo Guccione e il governatore Mario Oliverio, entrambi del Pd, ormai volano solo stracci. Un duello in due round quello andato in scena nel consiglio regionale dedicato alla programmaziobe dei fondi europei 2014-2020. La prima schermaglia a inizio seduta quando Guccione ha contestato a Oliverio la trasmissione del Por alla Commissione europea prima della approvazione del consiglio, come richiede la legislazione regionale: tesi smentita da Oliverio che ha riferito che la trasmissione a Bruxelles avverrà il prossimo 4 settembre. Ma gli animi si sono ancor di più accesi dopo un paio d’ore, quando Guccione (nella foto durante il suo intervento in aula) ha illustrato un emendamento finalizzato a collocare 500.000 euro sull’Asse mobilità per lo studio di fattibilità del sistema di mobilità della città di Reggio Calabria. Dopo alcuni interventi critici verso Guccione da parte di altri consiglieri del Pd (Bevacqua, Aieta e Ciconte) contrari alla presentazione di emendamenti direttamente in aula, ha ripreso la parola Oliverio, che sarebbe sbottato contro Guccione chiedendo che siano evitate azioni o richieste strumentali e citando una recente delibera di Giunta nell’ambito della riprogrammazione 2007-2014, che – ha spiegato il governatore – ha previsto le risorse necessarie a finanziarie lo studio fattibilità e la progettazione preliminare sulla mobilità nella città di Reggio Calabria, inserendole nel Fondo di Sviluppo e Coesione, con approvazione anche da parte del Cipe. Non è finita qui perché Guccione, chiedendo di intervenire per fatto personale, ha contestato le dichiarazioni del presidente Oliverio nella parte in cui giudicava strumentale il suo emendamento, ricordando che uno studio di fattibilità inserito nella programmazione, se positivo, ne consentirebbe il finanziamento. Successivamente Guccione, accusando Oliverio di “confusione”, ha annunciato la sua astensione dal voto sul Por annunciando che avrebbe inviato al presidente del Consiglio regionale copia delle mail che attestano l’avvenuta trasmissione del Por Calabria 2014-2020 alla Commissione europea prima del via libera dell’Assemblea. Il round tra Guccione e Oliverio è finito qui. Per il momento, perché tutto fa ritenere che riprenderà quanto prima. E dire che i due erano così legati…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...