Ergastolano calabrese al Papa: carcere a vita disumano

È un ergastolano crotonese, Giovanni Lentini, di 41 anni, l’ideatore dell’iniziativa che vede seicento ergastolani rivolgersi al Papa per denunciare che “il carcere a vita è disumano”. Lentini, che sta scontando la condanna a Fossombrone, ha raccolto le firme di centinaia di persone detenute in diverse carceri italiane e sul cui certificato appare fine pena 12/12/9999. La lettera è stata recapitata a Papa Francesco, che ha risposto attraverso l’ispettore generale dei cappellani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...