Regione Emilia parte civile contro la ‘ndrangheta

Via libera alla costituzione di parte civile per la Regione Emilia Romagna e per i tre sindacati confederali regionali Cgil, Cisl e Uil oltre che per le Camere del lavoro Cgil di Modena e Reggio Emilia, Ordine dei giornalisti e Aser regionale, Libera, Fita-Cna, Legambiente nel processo “Aemilia” contro la ‘ndrangheta sul territorio emiliano in corso nell’aula bunker allestita in un padiglione della fiera di Bologna. L’ammissibilità delle richieste è stata al centro, questa mattina, dell’udienza preliminare (la terza dall’inizio del processo) davanti al gup Francesca Zavaglia. Considerando la trentina di richieste presentate al giudice sarebbero stati ammessi anche altre associazioni ed enti (interamente o in parte rispetto ai capi di imputazione) eccetto l’Associazione nazionale Caponnetto, Avviso Pubblico, Sos Impresa, Arci ed associazione Antiracket. La mattinata si è caratterizzata anche per una nuova protesta di alcuni avvocati per i controlli all’ingresso nel padiglione-aula bunker dovuta alla richiesta di togliersi le scarpe nel passaggio sotto i metal detector. Anche al termine della prima udienza si erano registrate lamentele da parte della Camera penale. (Agi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...