Sel, dalla “Seminaria” critiche alla Giunta Oliverio

«E’ stato un momento di grande successo sia per l’importante partecipazione che per i contributi emersi nella discussione». Lo si legge nel documento conclusivo di “Seminaria”, l’iniziativa promossa da Sel «per raccogliere idee e proposte di tutta la sinistra». L’iniziativa ha visto tra gli altri anche gli interventi di don Giacomo Panizza e del segretario regionale della Fiom Massimo Covello. Oggetto dei tavoli di lavoro i mille problemi che affliggono la Calabria, «problemi vecchi e nuovi che – prosegue il documento – disegnano uno scenario tristemente noto di grande difficoltà per la nostra terra a reagire alla crisi economica e democratica. Disoccupazione, crisi ambientali, inefficienza dei servizi sanitari, pervasività delle organizzazioni criminali nel tessuto economico e sociale, assenza di fondamentali servizi al cittadino: sono solo alcune di cui si è discusso a “Seminaria” e che Sinistra Ecologia e Libertà intende porre nei prossimi mesi al centro di un nuovo progetto politico. Il nuovo percorso dovrà caratterizzarsi per una rinnovata volontà do essere vicini e affrontare le questioni che stanno veramente a cuore ai cittadini calabresi, lasciati soli dalle politiche nazionali». Ma nel corso di “Seminaria” è arrivata una sostanziale “bocciatura” anche all’operato della Giunta regionale guidata dal governatore Mario Oliverio: «Abbiamo creduto e quindi contribuito – riporta ancora il documento conclusivo – all’affermazione della maggioranza che oggi governa la Regione con la convinzione che ci fosse la possibilità reale di aprire una stagione in cui quell’indispensabile cambiamento e necessaria discontinuità nelle scelte, nell’azione e nello stile di governo potessero affermarsi. Oggi, dopo aver lungamente discusso e analizzato quanto è stato fatto fin qui, ci troviamo a dover esprimere un giudizio critico e una grande preoccupazione: il cambiamento che ci aspettavamo sembra infatti non arrivare, e su molti temi la distanza tra le aspettative e i bisogni dei cittadini sembra allargarsi». Sotto questo aspetto l’iniziativa di Sel ha evidenziato alcune questioni che dovranno essere prioritarie nell’agenda del governo regionale, dai maggiori finanziamenti per i centri antiviolenza, al miglioramento dell’offerta sanitaria per i calabresi, dal potenziamento dei servizi socio-sanitari alla lotta contro l’inquinamento e il dissesto idrogeologico per finire al potenziamento del trasporto pubblico locale: temi su cui Sel organizzerà per il 22 dicembre mobilitazioni in tutte le principali piazze della Calabria. «E’ così – conclude il cambiamento – che vogliamo tradurre la nostra Sinistra italiana in Parlamento, in battaglie e impegni concreti sul territorio. Siamo impegnati nella costruzione di un nuovo partito per cambiare la Calabria e l’Italia. Comincia oggi per noi il cammino verso il riscatto dei valori di eguaglianza, libertà e legalità: lo percorreremo da oggi con grande coraggio e determinazione».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...