Delrio inaugura la nuova “Due Mari”

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, e il presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani, hanno presentato oggi a Germaneto i lavori di realizzazione dell’ultimo tratto della nuova Strada Statale 280 “Dei Due Mari”, dallo svincolo di Sansinato a quello di Germaneto, tra Lamezia Terme e Catanzaro. Oltre 5 chilometri di viabilità aperti al traffico da Anas la settimana scorsa, che rappresentano il collegamento tra dorsale tirrenica e dorsale jonica. Alla presentazione dell’opera, tenutasi questa mattina presso il campo base del Contraente generale Co.Meri S.p.a., hanno partecipato, tra gli altri, Mario Oliverio, presidente della Regione Calabria; Sergio Abramo, sindaco del Comune di Catanzaro; e Vincenzo Marzi, Capo Compartimento Anas Calabria. «Prosegue il completamento, manutenzione e l’ammodernamento delle infrastrutture calabresi affidate ad Anas, – ha affermato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio – Oggi è una giornata di festa, cerchiamo di essere felici. in questo caso si completa un “ultimo miglio” prezioso per collegare le due coste. Un’opera la cui utilità risiede anche nella connessione dei nodi logistici e delle reti intermodali, che consentono migliori collegamenti per i viaggiatori e per le merci». “Con la messa in esercizio di questo nuovo tratto di rete stradale – ha dichiarato il Presidente di Anas Gianni Vittorio Armani – si completa la trasversale di collegamento tra la dorsale Jonica e quella Tirrenica e la rapida connessione con i suoi collegamenti intermodali. E’ un chiaro esempio della nuova strategia dell’Anas mirata al completamento delle direttrici nazionali e al loro collegamento con le infrastrutture logistiche nonché allo sblocco di opere rimaste ferme per diecine di anni. I nuovi 5 km di statale 280 sono infatti strategici, in quanto permettono la concretizzazione di un unico collegamento diretto tra l’esistente tracciato della statale 280 “Dei Due Mari”, l’autostrada Salerno-Reggio Calabria e la strada statale 106 Jonica, rappresentando altresì una connessione veloce verso la linea ferroviaria Napoli-Reggio Calabria, l’aeroporto di Lamezia Terme ed il porto di Gioia Tauro». La realizzazione del nuovo tratto di strada statale “Dei Due Mari” rientra nell’intervento, più ampio – realizzato da Anas per il tramite del Contraente generale Co.Meri S.p.a. – definito Megalotto 2, costituito da 17 km di strada statale 106 Var/A, già completati ed aperti al traffico (tra il 2011 ed il 2013) da Simeri Crichi fino all’innesto con la vecchia sede della statale 106 a Copanello di Stalettì, per agevolare i collegamenti nord-sud. La costruzione dell’intero megalotto, per un investimento complessivo di circa 720 milioni di euro cofinanziati con fondi comunitari e del Por Fesr Calabria 2007-2013, ha visto il coinvolgimento di oltre 815 imprese, fra affidatari e sub-affidatari del Contraente centrale e, nei momenti di massimo regime produttivo, la presenza contemporanea in cantiere di oltre 1000 unità, tra tecnici e maestranze. «Le promesse non mantenute per tanto tempo, ora sono state rese disponibili – ha aggiunto Armani – Questo è il segnale di una Calabria che si muove e vuole risolvere i problemi del passato. Questa opera della “Due Mari” è attesa da 50 anni, noi l’abbiamo accelerata. Il prossimo obiettivo è ora la statale 106 ionica, con il piano che approveremo a gennaio, e su cui lavoreremo in termini di efficienza e in tempi ragionevoli». I benefici dell’intera opera ultimata quest’oggi (megalotto 2) sono, infatti, anche di natura socio-economica, poiché il nuovo tronco di statale 280 consente di raggiungere, in tempi celeri, anche la località di Germaneto, dove sono presenti importanti servizi e istituzioni tra i quali il Policlinico universitario, l’Università della Magna Graecia, la sede della Protezione Civile, la Cittadella regionale, il Centro agroalimentare e l’area industriale di Catanzaro. “Anas, che guarda con attenzione al Mezzogiorno, – ha concluso Armani – e che in Calabria gestisce una rete stradale di oltre 1400 chilometri e di circa 300 km della Salerno-Reggio Calabria, autostrada del Mediterraneo, attraverso il Piano pluriennale 2015-2019 investirà complessivamente per la regione oltre 3,6 miliardi di euro, oltre agli interventi già in corso».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...