Lobbies sotto controllo, nuovo ok alla legge regionale

La seconda commissione del Consiglio regionale ha approvato la legge di iniziativa del consigliere Giuseppe Graziano della Cdl che disciplina “la trasparenza politica e amministrativa della Regione Calabria e dei suoi enti strumentali e sull’attività di rappresentanza di interessi particolari” (cosiddette lobbies). Il provvedimento, che è composto da 14 articoli, fornisce analitiche definizioni di attività di rappresentanza di interessi particolari, che comprende tutte le attività tramite le quali vengono perseguiti interessi particolari propri o di terzi, di gruppi di interesse particolare, dei loro rappresentanti, dei processi decisionali pubblici e dei decisori pubblici. La legge si estende ai soggetti deputati non solo all’attività legislativa ma anche a quanti, sia a livello politico che di alta burocrazia, siano deputati alle attività di alta amministrazione e gestione strategica delle strutture regionali e degli enti sub-regionali: «Tale estensione – si legge nella relazione illustrativa – si ritiene indispensabile in quanto, nel l’attuale contesto istituzionale, sono proprio tali ambiti a rappresentare dei segmenti particolarmente sensibili e critici, che la legge non può in alcun modo trascurare». Previsto anche un registro pubblico nel quale dovranno essere iscritti i rappresentanti di interessi particolari. «Al fine di garantire unicità del registro e autonomia in capo alla Giunta e al Consiglio, il registro sarà costituito da due sezioni, gestite rispettivamente dalla Presidenza della Giunta regionale e dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale; la prima comprende anche i gruppi di interesse degli enti strumentali della Regione rientranti nell’ambito dei decisori pubblici. In ogni caso, l’istituzione del registro avviene senza oneri aggiuntivi a carico della finanza pubblica e con l’utilizzazione delle risorse umane e strumentali a disposizione». E’ poi stabilito l’obbligo di pubblicazione sul sito internet della Regione dei dati, le informazioni e i provvedimenti relativi alle lobbies. Intervenendo alla seduta della seconda commissione il consigliere regionale Graziano (nella foto) ha specificato la proposta ha «il fine di evitare che l’interesse particolare diventi non trasparente e vada a sovrapporsi all’interesse generale». Il testo ora passerà all’esame del consiglio regionale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...