Anno giudiziario, in aumento i reati nel distretto di Catanzaro

Il quadro dei reati commessi in tutto il distretto della Corte d’appello di Catanzaro è «allarmante». Quelli più gravi, senza tenere conto degli aspetti strettamente legati alla criminalità organizzata, registrano notevoli incrementi. E’ quanto emerge dalla relazione del presidente della Corte d’appello Domenico Introcaso nel corso della relazione per la cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario a Catanzaro. Nei singoli ambiti, sono in aumento i delitti contro la pubblica amministrazione, come quelli riferiti all’indebita fruizione di fondi pubblici per i quali restano le complessità di accertamento. Elevato anche il numero di estorsioni, rapine e usura, ma per quest’ultimo fenomeno è stato ricordato che esiste un grande numero di reati non denunciati da parte delle vittime. Sono poi in «continuo costante aumento i morti sul lavoro», mentre sono «in notevole allarmante aumento i reati relativi alle violenze in famiglia, al punto che alcuni uffici – ha detto Introcaso – hanno costituito gruppi di lavoro ad hoc». Il dato particolarmente preoccupante, sottolineato nella relazione, è quello relativo ai reati compiuti in materia di inquinamento ambientale e gestione dei rifiuti. Introcaso ha ricordato, al riguardo, i «numerosi processi pendenti nei tribunali di Crotone e Paola per disastro ambientale doloso».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...