“Oragate”, Regolo sarà parte civile

È iniziato oggi, nel tribunale di Cosenza, il processo, noto come “Oragate”, in cui è imputato Umberto De Rose, ex presidente di Confindustria Calabria e di Fincalabra. De Rose è accusato di tentata violenza privata nell’ambito dell’inchiesta sulla mancata distribuzione del quotidiano “L’Ora della Calabria”, che si sospetta non sia stato stampato, nella notte tra il 18 e il 19 febbraio del 2014, perché aveva in prima pagina la notizia che il figlio del senatore Ncd Antonio Gentile, Andrea, avvocato, era indagato per appalti sospetti all’Asp di Cosenza. Gentile, lo stampatore Umberto De Rose (nella foto) e Alfredo Citrigno, editore del giornale, negarono di aver avuto alcuna parte nel presunto blocco delle rotative che portò alla mancata stampa del quotidiano. Gentile si dimise, poi, dalla carica di sottosegretario ai Trasporti, mentre il figlio fu assolto dalle accuse che lo riguardavano. L’inizio del processo è stato più volte rinviato, per alcune eccezioni sollevate dalla difesa. Ma oggi il giudice Manuela Gallo ha fatto partire il procedimento con la costituzione delle parti civili. Ammessa quella di Luciano Regolo, direttore del giornale coinvolto. Il Tribunale si è riservato però di rivedere la costituzione di parte civile di Aurelio Chizzoniti, presentata come ex presidente della Commissione di vigilanza del consiglio regionale. L’udienza è stata rinviata al prossimo primo aprile. (Agi)

Annunci

Un pensiero su ““Oragate”, Regolo sarà parte civile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...