Alfano: subito il Ponte sullo Stretto. Il silenzio del Pd, il no di Sinistra Italiana

«La realizzazione del Ponte sullo stretto, per noi elemento fondamentale e strategico per il collegamento viario e ferroviario tra Sicilia e Continente, è stata bloccata per legge, e oggi noi rilanciamo il progetto presentando la indispensabile norma di legge necessaria a riattivarne la realizzazione». In conferenza stampa alla Camera con il leader di Ap e ministro dell’Interno Angelino Alfano e il capogruppo al Senato Renato Schifani, il capogruppo a Montecitorio Maurizio Lupi annunciano il rilancio della realizzazione del Ponte sullo Stretto, con la proposta di legge a firma Maurizio Lupi, Enzo Garofalo, Scopelliti ed altri. «La proposta – spiega Lupi – è quella di un percorso tecnicamente fattibile, con tempi certi, riduzione dei costi, trasparenza per l’affidamento degli appalti. E’ costituita da un unico articolo con nove commi. Il ponte diventa una struttura prioritaria per lo sviluppo del Paese, si istituisce l’istituzione di un commissario per garantire la celerità, trasparenza e legalità dell’iter». «Dobbiamo fare in modo che l’opera rientri tra le priorità strategiche del governo – afferma il capogruppo al Senato Renato Schifani – cosa che finora ancora non c’è stata e che Alfano riporterà al centro della nostra iniziativa politica. Potremo concludere la legislatura con la realizzazione di questo grande lavoro. Non si deve ripartire da zero». «Non ci sono più scuse – afferma il sottosegretario Vicari – per noi essere collegati alla terraferma è indispensabile». Alfano poi aggiuge: «A Renzi noi chiediamo di infrangere un altro tabù della vecchia sinistra, perché da soli non abbiamo la maggioranza per realizzare il Ponte sullo stretto. ci sono un sacco di soldi in ballo. Non voglio più sentire quelli che hanno il problema della rotta dei delfini o degli uccelli, con tanti ragazzi disoccupati che se ne vanno dalla Sicilia. Si tratta di un’opera di miliardi di euro, finanziata da privati, che rimette in moto l’economia, aiuta a fare guerra alla mafia e alla ‘ndrangheta con lo sviluppo occupazionale. Tutta la scuola della vecchia sinistra che ha bloccato il Ponte perché diceva che era necessario “ben altro”, faccia proposte concrete – dice ancora il leader di Ap – Noi facciamo la nostra battaglia per il Ponte, tutta la grande squadra del “ben altro” si organizzi. Nel mondo sono stati fatti ponti di tutte le dimensioni senza lo stucchevole dibattuto ideologico che si è fatto da noi su un’opera pubblica razionale, utile, finanziata da privati, con imprese del nord che investiranno al sud. Un’opera che unisce l’Italia. Non si può certo pensare – conclude Alfano – che l’altra velocità si fermerà a Reggio Calabria, poi uno si tuffa a nuoto per attraversare lo stretto e poi l’alta velocità riparte in Sicilia. Non possiamo immaginare un serio programma di infrastrutturazione per il paese che non preveda il Ponte. Renzi ha detto che vuole fare questa opera, si compiano le incompiute e poi si avvii la più grande delle incompiute: il Ponte sullo stretto». Dal Pd nessun commento e silenzio impenetrabile. Unica voce contro quella di Arturo Scotto, capogruppo di Sinistra Italiana alla Camera. «Ci risiamo, i diversamente berlusconiani di Alfano cercano di realizzare il vecchio sogno di Berlusconi: il Ponte sullo Stretto di Messina. Arriverà in aula un disegno di legge del Nuovo Centro Destra per inserire il Ponte tra le priorità del governo. Siamo molto curiosi di ascoltare l’opinione del presidente del Consiglio Renzi e del Pd che nel programma con cui si erano presentati alle elezioni nel 2013 negavano assolutamente questa possibilità. La realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina – prosegue il capogruppo di Sinistra Italiana – è l’ennesimo spot prima delle elezioni, buono solo per prendere in giro gli italiani. Saranno i cittadini calabresi e siciliani a dire di no ad un’opera pubblica buona solo per le clientele e per gli affari delle mafie e assolutamente inutile per lo sviluppo di quell’area», conclude Scotto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...