Regione, primo bilancio per i “Democratici Progressisti”

Registro tumori, la forza dei diritti contro le omofobie e il cammino verso il Comune unico della Presila. Tre direttrici politiche che hanno animato e continuano a muovere l’attività amministrativa di Giuseppe Giudiceandrea, consigliere regionale e capogruppo dei “Democratici Progressisti” a Palazzo Campanella. Oggi pomeriggio alle 17,30 nella sala convegni della Comunità Montana a Spezzano Piccolo, Giuseppe Giudiceandrea, insieme al vice questore della presidenza del consiglio regionale, Giuseppe Neri e al presidente della commissione regionale Antimafia, Arturo Bova,  traccerà il bilancio del primo anno di attività politica e amministrativa dei “Democratici progressisti”. Dopo l’introduzione del sindaco di Spezzano Piccolo, Stefania Rota, interverranno Luigi Guglielmelli ed Ernesto Magorno, rispettivamente segretario provinciale di Cosenza e regionale del Partito democratico. Sarà il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio a chiudere l’iniziativa dei “Democratici Progressisti”. «Con Arturo Bova e Giuseppe Neri – afferma il capogruppo di “Democratici progressisti”, Giuseppe Giudiceandrea – abbiamo una particolare sintonia verso questioni decisive dello scacchiere politico e sociale calabrese. Il Partito democratico rappresenta per noi lo spazio dove il dibattito e le idee, spesso anche confliggenti, possono trovare una sintesi virtuosa per il buon governo della nostra regione. L’impulso che abbiamo dato con la proposta di legge regionale, poi approvata in aula, per l’istituzione del Registro dei tumori, testimonia il nostro impegno rispetto a una tematica che investe tutto il territorio calabrese. Segno che la salute dei calabresi è in cima alle nostre politiche. In questa direzione va letta la battaglia condotta insieme all’amico Mirabello per l’acquisto di un Pet destinata all’ospedale civile di Cosenza ha portato i suoi frutti. E’ stato un anno intenso – sottolinea Giuseppe Giudiceandrea – in cui sono stato al fianco di chi crede nell’avanzamento dei diritti e chi si oppone con fermezza alle derive omofobe purtroppo presenti anche alle nostre latitudini. Non dobbiamo mai abbassare la guardia. Dobbiamo, invece, continuare a promuovere l’estensione dei diritti civili come fatto costitutivo del gruppo “Democratici progressisti”. E non è un caso – aggiunge il consigliere regionale – se questa nostra iniziativa si svolge proprio a Spezzano Piccolo, in quella Presila cosentina bisognosa di unità e condivisione. Il cammino verso il Comune unico ha bisogno di una tessitura e di un lavoro di sensibilizzazione ulteriore fra i cittadini. Io credo molto in un nuovo Comune in grado di rappresentare tutto il comprensorio con forza e autorevolezza».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...