Reggio, De Raho: giù le mani dalla Corte d’appello

«Ci lascia davvero perplessi il fatto che nella relazione depositata dalla Commissione Vietti sulla nuova definizione delle circoscrizioni giudiziarie italiane, non vi sia alcun riferimento alle emergenze dovute alla presenza, in alcuni territori, della ‘ndrangheta, della mafia e della camorra». Lo ha affermato il procuratore di Reggio Calabria Federico Cafiero De Raho commentando l’ipotesi di un taglio della sede reggina di Corte d’appello nel corso di una conferenza stampa sulla confisca di beni alla ‘ndrangheta. «Non è possibile – ha aggiunto De Raho – che non si tenga conto delle peculiarità di un territorio in una decisione tanto importante che prevede l’accorpamento della Dda di Reggio con quella di Catanzaro».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...