Elezioni Cosenza, i 5 Stelle contro i “mammasantissima” del Pd

«Lucio Presta non era un nome secondario, ma era considerato uomo e imprenditore capace. Ora, forse, scenderanno in campo i “mammasantissima” del Pd locale, gli uomini delle tessere e dei pacchetti di voti». Lo ha detto il senatore di M5s, Nicola Morra a Cosenza in occasione della presentazione del programma elettorale e della lista del movimento alle amministrative di giugno, capeggiata dall’ingegnere Gustavo Coscarelli, commentando la decisione di Lucio Presta di ritirare la sua candidatura a sindaco della città per il centrosinistra. «E’ stata la senatrice Rosaria Capacchione – ha aggiunto Morra – a ribadire come sia pericoloso per il partito, cui lei stessa appartiene, dar credito a chi porta pacchetti di voti senza prima controllare da dove sono stati originati. Il nostro compito è fare in modo che la politica sia una dimensione sempre più agganciata all’etica. Non si deve intervenire solo con l’Antimafia. Basterebbe sottoscrivere un Codice etico per cui tutti rinunciano in percentuali diverse a parte del compenso, ma anche imporre meccanismi che evitino vicende che consentano con scadenza quasi biennale di cambiare casacca. I nostri candidati hanno sottoscritto un impegno con la città e il Movimento, ma anche con loro stessi». Il candidato sindaco Coscarelli, che ha presentato il suo programma, ha dichiarato che «il budget assegnato alla campagna elettorale è di 2.500 euro complessivi, rispettando la filosofia di tagliare le spese». (Ansa)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...