Detenuto si dà fuoco, agente penitenziario lo salva

Un detenuto di nazionalità tunisina, nel carcere di Catanzaro, ha tentato di uccidersi dandosi fuoco ed è stato salvato soltanto grazie al pronto intervento di un assistente capo della polizia penitenziaria. Lo rendono noto, con un comunicato, Donato Capece, segretario generale del sindacato di polizia penitenziaria Sappe, e Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto. Il detenuto, secondo la ricostruzione fornita dai due dirigenti del Sappe, si è coperto le gambe con alcuni giornali e vi ha dato fuoco. L’intervento dell’assistente della polizia penitenziaria, che utilizzando un idrante ha spento le fiamme, è stato determinante per salvargli la vita. «Nel corso del 2015 – riferisce il Sappe – i suicidi in carcere in Italia sono stati 39 ed i tentati suicidi 956».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...