‘Ndrangheta a Reggio, Paolo Romeo tra i fermati

Tra i fermati nell’ambito della operazione “Fata Morgana” con cui la Guardia di Finanza ha disarticolato un presunto “cartello” criminale legato alla ‘ndrangheta di Reggio Calabria figura anche Paolo Romeo, classe 1947, ex deputato del Partito socialdemocratico, già condannato in passato  per concorso esterno in associazione mafiosa. I provvedimenti, a firma del procuratore Capo Federico Cafiero De Raho e dei sostituti Rosario Ferracane, Giuseppe Lombardo, Luca Miceli e Stefano Musolino, hanno riguardato soggetti considerati operanti nella cosiddetta ‘zona grigia’, “a testimonianza – dicono gli inquirenti – dell’ormai assodata evoluzione dei sodalizi criminali che, utilizzando finemente e in modo sistemico la fitta rete di entrature e agganci anche nella pubblica amministrazione, sono in grado di condizionare l’economia e l’imprenditoria, già sofferenti per l’attuale congiuntura economica, tanto da far emergere un sistema criminale in grado di alterare gli equilibri della classe dirigente ed imprenditoriale della città”. La Procura reggina ha puntato la sua attenzione sulla redistribuzione dei punti vendita della grande distribuzione alimentare, al termine dello stato di crisi della società Gdm Spa e del sequestro delle imprese riferibili agli imprenditori Suraci e Crocè, concentrando, poi, l’indagine sulle attività contemporanee alla riapertura dell’importante centro commerciale villese, ‘La Perla dello Stretto’.

romeo2

In particolare, sarebbe emerso un presunto connubio, “strutturalmente organizzato”, tra ‘ndrangheta e professionisti, che avrebbe determinato le sorti dell’aggiudicazione degli stessi punti vendita, nonché la scelta dell’imprenditore della grande distribuzione alimentare che avrebbe dovuto avviare l’attività di ‘food’ nella Perla dello Stretto. Le indagini eseguite dalle Fiamme Gialle si sono soffermate su due professionisti che, di fatto, hanno curato il riavviamento del centro commerciale villese e “pilotando” l’inserimento di una società – che per gli investigatori sarebbe stata creata ad hoc e facente capo a un noto imprenditore del settore – come unico ipermercato destinato a operarvi, gettando così le basi per una redistribuzione delle imprese del settore, dopo il vuoto lasciato dalla crisi della Gdm. Fra questi spicca il ruolo di noti professionisti reggini che “relazionandosi con una variegata platea di soggetti” – è la tesi degli investigatori – avrebbero “fattivamente contribuito alla riapertura della Perla dello Stretto, curandone anche gli aspetti prettamente autorizzativi, interagendo con esponenti della politica e della pubblica amministrazione”.  Secondo la procura, dunque, emergerebbe una strutturata rete relazionale, che si ritiene governata da Paolo Romeo (nella foto in alto ai tempi in cui era parlamentare e nella seconda foto in tempi più recenti), in grado di gestire un enorme potere di indirizzo sulle sorti delle principali attività cittadine, enfatizzato dalla situazione di disoccupazione. “Un sistema asfissiante – lo definiscono gli inquirenti – perché in grado di influenzare anche la pubblica amministrazione e la politica”. Romeo tra l’altro è uno dei promotori del ‘Forum 2020’, nel cui ruolo è stato ricevuto anche dalla commissione del Comune di Reggio Calabria che dovrà stabilire a quali opere destinare i 132 milioni contenuto nel ‘Patto per la città metropolitana’ firmato poco più di una settimana fa dal premier Renzi. I risultati emersi dalle indagini hanno permesso di quantificare la mole dei capitali investiti nell’affare che, solo per l’apertura dell’ipermercato presso il centro commerciale villese, si attesterebbero sul valore di circa 3 milioni di euro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...