Soveria Mannelli, parte l'”Officina della Cultura”

Soveria Mannelli si candida a diventare un polo della cultura, della ricerca e dell’innovazione dal respiro nazionale. Sabato 14 maggio, alle ore 17, presso i locali sottostanti piazza Bonini, alla presenza del governatore Mario Oliverio l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Pascuzzi presenterà alla cittadinanza l’”Officina della cultura e della creatività” e la “Digital Library del Reventino”, finanziate con i Pisl. Ospiti d’eccezione per l’inaugurazione di una struttura unica nel suo genere in Calabria e destinata a coniugare modernità e sviluppo: oltre al presidente della Regione Oliverio saranno presenti infatti il Magnifico Rettore dell’Università della Calabria Gino Mirocle Crisci, l’assessore regionale alle Attività produttive Carmen Barbalace e il presidenze della Provincia di Catanzaro Enzo Bruno, che si confronteranno sul tema “Uscire dalla crisi: incubatori, start-up e innovazione”. Ricorda Pascuzzi: «Nel 2011, a pochi giorni dal voto delle amministrative, l’amministrazione comunale dell’epoca (cioè la stessa che si ripropone ora) spendeva 3.600,00 euro (determina numero 24 del 20/07/11) per “sistemare la piazzetta antistante il palazzo comunale  per conferire una decorosa sistemazione alla targa commemorativa alla memoria di Francesco Cossiga”. L’intitolazione della piazzetta avveniva il 7 maggio. Si votava il 16. E poi Cossiga era scomparso solo pochi mesi prima e non erano certamente trascorsi i canonici 10 anni richiesti dalla norma. Al paese non rimaneva praticamente nulla, tranne il solito teatrino mediatico ed i soldi spesi. Il 14 maggio si aprono alla cittadinanza le porte di una struttura di oltre 1000 mq. con un’area esterna di 570 mq, una struttura a servizio dello sviluppo del territorio, che rimane al paese ed ai cittadini. Una cerimonia breve, sobria ed essenziale, a carattere squisitamente istituzionale. Si parlerà di come si esce dalla crisi economica con fatti concreti». L’”Officina della Cultura e della creatività” avrà molte funzioni: sarà un laboratorio di innovazione, un incubatore di imprese e creatività, un centro di formazione permanente per le piccole e medie imprese e per la pubblica amministrazione,  un laboratorio di arti e mestieri, un laboratorio per il recupero della cultura locale. La “Digital Library” è un luogo che raccoglie, rendendoli accessibili in forma digitale, i testi, le immagini, i suoni che descrivono l’identità di un territorio e la sua proiezione nel futuro. Le scuole sono  certamente tra i principali protagonisti nella produzione e fruizione dei contenuti digitali. Nell’ambito dei partenariati per portare avanti il progetto certamente saranno considerati tra gli altri quelli con la Regione Calabria, la Provincia di Catanzaro, i Comuni, le Università calabresi (Unical, Mediterranea, Magna Graecia); Start Cup Calabria, le Camere di Commercio; la Rete regionale dell’Innovazione; l’Ufficio scolastico regionale;  il Sistema Bibliotecario del Lametino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...