‘Ndrangheta, sequestrati beni nella Locride

Beni per 200 mila euro sono stati sequestrati dai carabinieri di Locri ad un presunto esponente della ‘ndrangheta, Giuseppe Varacalli, 66 anni, di Ardore, condannato in primo grado a 14 anni di reclusione. Il provvedimento di sequestro è stato emesso dai giudici della sezione misure di prevenzione che ha accolto la richiesta della Dda di Reggio Calabria. I beni sequestrati sono: conti correnti, buoni fruttiferi, libretti di deposito, polizze di investimento, dossier titoli e automobili. Il sequestro costituisce la prosecuzione dell’operazione chiamata “Saggezza” nell’ambito della quale Varacalli è stato prima indagato e, successivamente, condannato in primo grado dal Tribunale di Locri a 14 anni di reclusione. Durante le indagini è emersa una sperequazione fra i redditi dichiarati da Varacalli e dai suoi familiari ed il loro tenore di vita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...