Referendum, Rifondazione: «Grave la presenza del rettore Crisci alla conferenza di Oliverio»

«Abbiamo letto della conferenza stampa che il presidente della Regione Mario Oliverio ha svolto a Lamezia, insieme al rettore dell’Unical Crisci, per la costituzione dei Comitati per il sì al referendum dell’autunno sulla controriforma costituzionale del governo Renzi. Ci interroghiamo meravigliati soprattutto sulla natura della presenza del professor Crisci». Lo afferma il segretario regionale di Rifondaqzione comunista Pino Scarpelli: «Oliverio ha lasciato ad intendere che stesse lì in quanto rettore dell’Unical e la cosa non è ancora stata smentita dal diretto interessato. Se così fosse, il fatto sarebbe gravissimo in quanto esulerebbe dalle sue funzioni. Il professor Crisci – prosegue Scarpelli – è stato eletto rettore dell’Unical per la gestione dell’Ateneo, non certo per rappresentarlo su una questione che sta spaccando il Paese e che la grande maggioranza dei docenti dell’Unical, ne siamo sicuri, saprà vivere dalla parte giusta, di chi voterà no per difendere la Costituzione, la democrazia, i diritti. Non a caso, mentre un gran numero di docenti partecipa alle iniziative dei Comitati per il no e si è già dichiarata pubblicamente per questa posizione di voto (compresi autorevoli costituzionalisti e docenti di diritto pubblico come Gambino e Mazzitelli), solo un docente dell’Unical (che, per giunta, di recente ha sdoganato qualche ricercatore di destra) ha firmato il manifesto nazionale a favore del sì. Comprendiamo che per il professor Crisci forse Oliverio e Renzi possano rappresentare un’ancora di salvezza rispetto al calo vertiginoso di consensi per la sua persona e la sua amministrazione, che vede crescere l’opposizione di docenti, ricercatori, forze sindacali, studenti. Ma – conclude il segretario di Rifondazione comunista – è doveroso pretendere da parte sua una immediata specificazione: che a Lamezia, per sostenere le ragioni del sì, fosse solo ed esclusivamente a titolo personale. Il pur minimo rispetto dei ruoli e delle funzioni, essenziali in un Paese democratico, lo impone».

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...