Oltre 30 milioni “distratti” da società, arrestato

I finanzieri del Comando provinciale di Cosenza hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un imprenditore cosentino resosi responsabile del fallimento di una società operante nel settore della compravendita di automobili di cui era amministratore e socio unico. Nel corso delle indagini, coordinate dal procuratore aggiunto di Cosenza Marisa Manzini e dal pm Donatella Donato, i finanzieri hanno acquisito ed esaminato il corposo carteggio relativo alla gestione amministrativo-contabile della società per accertare i motivi del fallimento. Dagli accertamenti è emerso che l’imprenditore avrebbe dissipato il patrimonio della società portandola ad una irreversibile esposizione debitoria. In particolare sarebbero stati distratti nove milioni di euro senza motivazioni contabili e sarebbe stato provocato un indebitamento nei confronti dell’erario per oltre 32 milioni di euro. L’imprenditore è accusato di bancarotta fraudolenta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...