L’autostrada Salerno-Reggio diventa “Smart road”

Addio file bibliche da esodo e controesodo, basta cantieri di lavoro e deviazioni a ripetizione? Si cambia, o almeno, si spera: l’autostrada Salerno-Reggio Calabria, tormentone estivo per antonomasia, più croce (in tutti i sensi) che delizia per generazioni di automobilisti, sarà una Smart Road. Parola di Anas che, proprio, oggi ha pubblicato sulla Gazzetta ufficiale un bando di gara telematico, del valore di 20 milioni di euro. Obiettivo: la fornitura e la posa in opera di sistemi e postazioni “per l’implementazione di infrastrutture tecnologiche avanzate per l’infomobilità e la sicurezza sui circa 440 chilometri dell’intero itinerario” dell’arteria, di cui il presidente Renzi ha annunciato l’inaugurazione per il prossimo mese di dicembre. In soldoni, una rivoluzione 2.0 per l’arteria che unisce Campania, Basilicata e Calabria. Cinque le parole chiave del progetto per l’A3 che verrà: Sicura, Multimediale, Aperta, Rinnovabile e Tecnologica. Il conducente che la percorrerà, infatti, sarà informato in tempo reale sulle condizioni dell’arteria e su eventuali percorsi alternativi in caso di incidenti o di chiusure improvvise. Tutto ciò grazie alle tecnologie proprie della Smart Road (Wi-Fi “in motion”, App Mobile e nuovo standard Dedicated Short Range Communications – Dsrc), il sistema che consentirà in futuro lo sviluppo di servizi orientati al “dialogo” veicolo-infrastruttura e tra i veicoli stessi (Vehicle-to-Infrastructure e Vehicle-to-Vehicle). E ancora: posa di fibra ottica compatibile anche con le esigenze del “piano banda larga” del Governo e presenza delle cosiddette “Green Island” per la produzione di energia pulita che funzioneranno anche come aree di ricarica di veicoli elettrici, droni e mezzi per la logistica. Sistemi di monitoraggio e gestione della manutenzione con moderni sensori per ridurre i fattori di rischio, elevare la sicurezza ed il confort di guida e intervenire nell’emergenza. E infine: rete di trasmissione dati veloce, sicura e dedicata in larga banda e Road Management Tool (Rmt). «Smart Road – ha detto il presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani – è un progetto ad alto contenuto innovativo tra i primi al mondo nel settore stradale e unico per un tracciato di oltre 400 chilometri. Il progetto prevede l’integrazione di tecnologie, avendo come focus l’automobilista e la sua tutela. Il nostro obiettivo è fornire a chi si mette in viaggio numerose informazioni sulle condizioni ambientali e di traffico, grazie a tecnologie avanzate che consentiranno una migliore connessione tra chi percorre l’autostrada e gli operatori dell’Anas».

Ansa (Clemente Angotti)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...