Suicida ultrà della Juventus testimone in un’inchiesta sulla ‘ndrangheta

Uno dei leader degli ultras della Juventus, Raffaello Bucci, detto Ciccio, quarantenne di San Severo, si è suicidato lanciandosi da un viadotto dell’autostrada Torino-Savona. Bucci, che da un anno era diventato consulente per la sicurezza della biglietteria Juve, il giorno prima era stato sentito dal magistrato di Torino Monica Abbatecola come testimone nelle indagini sulla presenza della ‘ndrangheta in Piemonte che ha portato, lunedì scorso, all’arresto di 18 persone accusate di associazione mafiosa e che avrebbero rivelato i tentativi di infiltrazione delle cosche nel mondo del tifo bianconero.  Gli investigatori sospettano che possa esserci un legame tra la sua morte e la vicenda per la quale Bucci è stato convocato in procura. Nelle carte dell’inchiesta – scrive Repubblica – compare anche il nome del direttore generale della Juventus, Beppe Marotta, che non è indagato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...