Pd, Magorno: lunedì nomino la segreteria

“Non facciamo chiacchiere: noi siamo contro la ‘ndrangheta, io l’ho urlato dappertutto insieme a tutti voi”. Lo ha affermato il segretario del Pd Ernesto Magorno nella relazione all’assemblea regionale del partito in corso a Camigliatello Silano. “Le provocazioni e i veleni che si tenta di propinare a danno del Pd – ha aggiunto Magorno – non hanno la dignità neanche di essere accennate in questa sede. E poi la ‘ndrangheta non può essere utilizzata per gli scontri pretestuosi che si mettono in campo. Io, come tanti di voi l’ho combattuta a viso aperto nel governo dei municipi, cercando di dare risposte a chi non ne ha mai avuto. La ‘ndrangheta non è nel corpo sano del nostro partito in cui ci sono donne e uomini onesti, baluardi di legalità come Giuseppe Falcomatà, che rappresentano la parte migliore della Calabria”. Il segretario regionale del Pd ha poi indicato i futuri assetti del partito. “Non abbiamo bisogno di una resa dei conti, abbiamo bisogno – ha proseguito Magorno – di riorganizzare il nostro partito e di rilanciarne immediatamente la sua azione politica. Innanzitutto abbiamo bisogno di meno correnti e più partito, abbiamo bisogno di una discussione tra di noi che sappia essere una discussione di collettivo, che sappia mettere al centro la nostra comunità politica. C’è bisogno, soprattutto, di un confronto continuo e costante con le istituzioni, con il territorio e con i cittadini. Per poter governare dobbiamo decidere insieme e insieme attivarne i processi. Per questo, propongo che nelle realtà dove governa il Pd, i sindaci facciano parte dei direttivi del circolo così come il presidente della Regione dovrebbe essere membro di diritto della segreteria regionale. Dobbiamo aprire il nostro partito, aprirci a esperienze nuove, a nuovi profili, alle nuove generazioni. Dobbiamo costruire un Pd diverso. Un Pd che apra una fase nuova radicandosi nel territorio e nel tessuto della società. Occorre far crescere la cultura del Partito Democratico come comunità che include e non esclude, che accoglie e non rifiuta, come comunità di donne e di uomini differenti, che hanno diverse appartenenze sociali, diverse sensibilità culturali, che vanno fatte convergere a partire dai territori, dai circoli, dalle Federazioni. Il problema non è il segretario regionale ma i giochi di potere di una classe politica, conservatrice e preoccupata di difendere lo “status quo“, che pensa solo a coltivare il proprio “orticello di voti”, piuttosto di trovare unità e sintonia. Intanto, già da ora, convoco una conferenza stampa per lunedì prossimo alle ore 12.00 a Lamezia per presentare la segreteria che farò senza condizionamenti chiedendo impegno a energie nuove. Sarà un organismo unitario, non ci sono guelfi e ghibellini. Siamo e dobbiamo essere in corpo unico perché davanti a noi non c’è solo il nostro destino ma abbiamo nelle nostre mani il destino dei calabresi e, soprattutto, dei giovani. Oltre alla segreteria, verranno istituiti anche alcuni forum tematici affidandone la guida alle migliori esperienze che ci sono nel Pd”. Magorno ha quindi concluso: “Siamo al momento decisivo e deve essere questa assemblea a confermarmi la fiducia. In caso contrario, credo che si ritornerebbe a quella vecchia politica e nomenclatura che hanno tanto nuociuto al Pd calabrese e alla Calabria. E, di certo, non avremo più le carte in regola per dare lezioni di buona politica e buon governo. Tra l’altro, come annunciato da Renzi in direzione, dopo il referendum di ottobre, ci sarà il congresso nazionale e quindi anche il nostro. Infine, relativamente alla forte richiesta di regolarizzazione delle Federazioni di Catanzaro e Reggio Calabria, ho chiesto a Guerini, che ha approvato, di guidarle personalmente fino alla celebrazione del congresso da tenersi per Catanzaro il 19 novembre mentre per Reggio Calabria, entro l’anno. Inoltre, ho chiesto alla segreteria nazionale di nominare un commissario per la riorganizzazione della Federazione provinciale di Crotone mentre provvederò io stesso a commissariare le Unioni cittadine sia di Crotone che di Catanzaro Città fino alle elezioni”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...