Calabria Verde, Furgiule non risponde al gip

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Paolo Furgiuele, l’ex direttore generale di Calabria verde, l’ente “in house” della Regione Calabria che gestisce il patrimonio forestale, arrestato mercoledì scorso con l’accusa di peculato e abuso d’ufficio. Difeso dagli avvocati Nicola Cantafora e Alfonso Furgiuele, l’ex dg è comparso davanti al gip di Catanzaro Giuseppe Perri per l’interrogatorio di garanzia. Solo pochi minuti per verbalizzare la sua decisione di restare, almeno per il momento, in silenzio. L’udienza è tuttora in corso per gli altri indagati. Secondo la Procura di Catanzaro i vertici dell’ente strumentale avrebbero distratto circa 80 milioni di euro di fondi Por destinati alla messa in sicurezza del territorio calabrese. Furgiuele è accusato anche di aver utilizzato personale e risorse di Calabria verde per effettuare lavori di ristrutturazione nella sua abitazione di Amantea. (Ansa)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...