Funerali privati per il boss, misteri e polemiche

Il parroco di Platì, Giuseppe Svanera, avrebbe voluto funerali pubblici per Giuseppe Barbaro, di 54 anni, il presunto affiliato alla ‘ndrangheta del quale ieri, su disposizione del questore di Reggio Calabria, Raffaele Grassi, si sono svolte le esequie in forma privata e senza corteo funebre per motivi di ordine pubblico. Il sacerdote, che contro l’ordinanza del questore ha inoltrato ricorso al ministero dell’Interno, ha detto di avere giudicato “eccessiva la disposizione dell’autorità di pubblica sicurezza riguardo i funerali di Barbaro, che non era – ha aggiunto – né un ergastolano, né un omicida ed in più era molto malato. Purtroppo la sua richiesta di essere scarcerato per motivi di salute non é stata presa in considerazione”. A dare manforte al parroco é sceso in campo il vescovo di Locri, monsignor Francesco Oliva, che ha definito Barbaro “un padre di famiglia”. Secondo quanto riporta il Corriere della Calabria, peraltro, per diretta ammissione dello stesso parroco ai funerali privati non avrebbero partecipato soltanto i familiari più intimi di Barbaro. A quanto risulta inoltre la Procura di Reggio Calabria starebbe già “attenzionando” l’intera vicenda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...