Chi siamo

Questo è il blog dei giornalisti dell’Ora della Calabria che per difendere la propria libertà di pensiero e i i loro diritti sindacali hanno occupato la redazione.

Annunci

12 pensieri su “Chi siamo

    1. Pietro Mocciaro

      La libertà non si negozia, si difende cone fate voi.
      C’è cmq bisogno anche di denaro per difendere la libertà. Pertanto fate un piano economico finanziario e chiamateci per dare un contributo.
      Grazie a tutti voio

      Rispondi
  1. Nino Iannì

    Come ambientalista e fautore di piccoli esempi di civiltà a Reggio, sonon completamente solidale con voi che ancorate la vostra esistenza a valori puliti. Nino Iannì

    Rispondi
  2. vincenzo panaia

    Carissimi dottori,
    Non posso dire di conoscervi ne tantomeno di avervi letto qualche volta…in quanto collaboratore del Gruppo Marrelli..hanno pensato di mandarmi il vostro ultimo articolo sulla Stasi (presidente f.f.)…ovviamente di dirigenti graditi o mon graditi non ne so molto…ma credo basta rivolgervi all’interessata se avete qualche dubbio…ma non credo …il piglio dell’articolo é quello di chi conosce e diffonde il ” verbo”…naturalmente se avete ancora un barlume di amore per il vostro lavoro…ma ne dubito visti i successi che avete macinato…sul marrelli hospital posso chiarirvi le idee…comprendo anche che avendo a disposizione uno statista come Sulla la cosa non abbia l’appeal necessario…comunque sono a disposizione..
    Saluti

    Rispondi
  3. Patrizia Doldo

    Ringrazio il Dr. Regolo e tutti i giornalisti del blog per l’articolo che coglie nel segno e ricostruisce alla perfezione gli accadimenti e le responsabilita’ della vicenda Fondazione Campanella.Da figlia di giornalista libero fallito per non essersi mai venduto alla politica vi prego da voce libera quale siete di continuare a sostenere la causa e di difendere il nostro e vostro ospedale oncologico regionale da poteri forti romani e non solo che lo vogliono chiudere.
    Grazie
    Patrizia Doldo

    Rispondi
  4. Yuri Buccino

    Salve, ho notato che spesso negli articoli mancano delle righe degli stessi. Forse a voi sono visibili, ma al lettore risultano spazi bianchi che interrompono i post. Distinti saluti

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...