Archivi categoria: reggio calabria

Maltrattano bimbi, arrestate due maestre

Due maestre in servizio in una scuola dell’infanzia di Reggio Calabria, di 61 e 37 anni, le cui generalità non sono state rese note, sono state arrestate dalla Guardia di finanza e poste ai domiciliari con l’accusa di maltrattamenti aggravati e continuati ai danni dei bambini che erano loro affidati. Continua a leggere

‘Ndrangheta, sequestrati beni per 50 milioni

La Polizia di Stato di Reggio Calabria ha eseguito un provvedimento di sequestro di beni per un valore di cinquanta milioni di euro intestati ad un imprenditore, ma riconducibili alla cosca di ‘ndrangheta dei Piromalli, una delle più note e potenti della criminalità organizzata calabrese. Continua a leggere

Amore sbocciato su facebook diventa un incubo

Un amore sbocciato dopo il primo approccio su un social network, poi l’incubo fatto di violenze, soprusi e abusi sessuali veri e propri. Lui, 40enne disoccupato domiciliato a Siderno, è stato arrestato dai carabinieri di San Nicola la Strada, comune del Casertano dove risiede la vittima, un’operatrice socio-sanitaria di 41 anni in servizio presso una onlus. Il fermo dell’uomo è stato eseguito al termine dell’ultimo atto violento commesso nella notte tra il 7 e l’8 novembre, quando avrebbe abusato sessualmente della compagna presso un loft di San Nicola dove si erano incontrati. La donna ha riferito che la violenza sarebbe avvenuta dopo che i due erano rientrati da una cena a casa di amici. L’uomo, colto da un raptus di gelosia, avrebbe chiuso con un lucchetto la porta chiedendo alla donna di spogliarsi poiché voleva fare sesso. Al rifiuto l’ha aggredita, trascinata sul letto e violentata fino al mattino. (Ansa)

Funerali privati per il boss, misteri e polemiche

Il parroco di Platì, Giuseppe Svanera, avrebbe voluto funerali pubblici per Giuseppe Barbaro, di 54 anni, il presunto affiliato alla ‘ndrangheta del quale ieri, su disposizione del questore di Reggio Calabria, Raffaele Grassi, si sono svolte le esequie in forma privata e senza corteo funebre per motivi di ordine pubblico. Continua a leggere

“Malasanità” a Reggio, 13 medici a processo

Sono stati rinviati a giudizio i 13 medici degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria coinvolti nell’inchiesta “Mala sanitas”, coordinata dalla Procura e condotta dal Gico della Guardia di finanza, e accusati, tra l’altro, di avere manipolato o falsificato cartelle cliniche per coprire responsabilità derivanti da errori medici commessi nei reparti di Ostetricia e ginecologia, di Neonatologia e di Anestesia. Continua a leggere